Attività chiave per l'ottimizzazione SEO in Cina

Attività chiave per l'ottimizzazione SEO in Cina

Scrivere in cinese

Scrivere in cinese per il pubblico cinese: è l’unico modo per sapere cosa si sta dicendo a chi legge e per creare empatia. Non basta tradurre e pensare in italiano.

Aumentare la fruibilità

Un sito che funziona. Siete sicuri di sapere davvero cosa occorre per rendere il sito fruibile in Cina? Tecnologia, velocità, usabilità cinese prêt-à-porter? East Media!

Creare contenuti ad hoc

Contenuti che “parlano”. Non solo testi, ma veri e propri piani editoriali pensati da madrelingua cinesi, che conoscono la cultura del posto e che parlano alle persone cinesi.

Ottimizzare on/off page

Tutto ciò che occorre per avere un sito ottimizzato per il principale motore di ricerca cinese, Baidu. Ottimizzazione on page e off page per i migliori risultati.

Baidu SEO Cina

Baidu è il principale motore di ricerca cinese: accentra il 70% delle ricerche degli utenti (mentre Google rappresenta il 4%).

Per avere successo in ambito di SEO cinese è necessario un approccio specifico (e spesso diverso rispetto alle nostre abitudini). Il lavoro di SEO va svolto tenendo conto delle caratteristiche uniche di Baidu, delle complessità della lingua cinese, delle differenze culturali e delle difficoltà tecnico-legali. E’ molto raro ottenere pagine ben posizionate (diciamo nella parte alta della prima pagina) se si utilizza semplicemente l’approccio “Google”.

Quali sono le principali differenze fra Baidu e Google? Qui un utile sintesi.

Lingua Cinese

Parla la lingua di chi vuoi raggiungere

La prima cosa da considerare è che Baidu è un motore di ricerca fatto su misura per la lingua cinese: lo testimonia l’interfaccia che è solo in cinese.

Il fatto di essere sviluppato per una sola lingua ha dato a Baidu un grosso vantaggio rispetto a Google: con il cinese “ci sa fare” e questo influenza la qualità nei risultati in lingua.

L’altro lato della medaglia è che Baidu “lavora male” con le pagine web in lingue diverse dal cinese. Il motivo principale è molto semplice: la maggior parte dei suoi utenti sono residenti in Cina e sono interessati a contenuti in cinese semplificato.

Il nostro consiglio è sempre di tradurre il sito web (in maniera professionale e ottimizzata SEO). Se volete lavorare con la Cina evitate grossoloni errori in stile Google translator.

ContattaciTorna su

Localizzazione

Rendiamo fruibile il tuo sito

Un altro aspetto da valutare sono le prestazioni del sito. Il “Chinese Great Firewall” genera notevoli rallentamenti nel caricamento dei siti localizzati fuori dalla Cina. Alcuni addirittura non si aprono. Il tuo sito si apre?

Baidu, al fine di migliorare l’esperienza dei suoi utenti, preferisce e favorisce i contenuti che caricano in maniera rapida.

==>> Verifica gratis la velocità del tuo sito sul mercato Cinese: clicca qui

La strada migliore in assoluto, in termini di performance, sarebbe quella di cercare di ottenere un sito localizzato direttamente in Cina. A tal fine è necessario ottenere prima una specifica autorizzazione governativa (ICP), cosa che richiede tempo ed ha vari requisiti tra i quali avere una Business Licence cinese (semplificando, una società in Cina)

Leggi di più

Ci sono comunque altre soluzioni che ci sentiamo di suggerire e che, nella maggior parte dei casi, possono essere migliori in termini di rapporto costo/beneficio: scegliere un hosting geograficamente vicino alla Cina oppure una CDN (Content Delivery Network).

È importante inoltre ricordarsi che diversi contenuti sono censurati.

Assicurarsi di non pubblicare materiale per adulti, sul gioco d’azzardo, che tratti temi politici delicati (Tibet, dittatura etc) etc.

Anche molti social network, come Facebook, Twitter e Youtube, sono vietati. Includere le rispettive icone di condivisione non è una buona idea perché potrebbero rallentare il sito.

Oltre ai diversi fattori tecnici va considerato attentamente che l’utente cinese ha abitudini diverse dalle nostre: si aspetta di trovare funzioni e tool presentati e posizionati in modo particolare all’interno del sito.

Errori su questo fronte sono spesso la causa di esperienze di navigazione non soddisfacenti e di conseguenza di ranking mediocri (dato che il motore analizza il comportamento dell’utente e lo usa come indice di qualità del sito).

ContattaciTorna su

Creazione di contenuti

Un piano ad hoc per la Cina

Per creare traffico organico, aumentare il numero dei link esterni che puntano al sito e quindi migliorare il ranking è necessario creare e distribuire contenuti di alta qualità.

Le nostre linee guida sono:

  • pubblicare frequentemente contenuti unici e (possibilmente) divertenti
  • scegliere con accuratezza le keyword su cui puntare
  • superare le 200 parole (l’obiettivo è 200 – 800)
  • segnalare immediatamente dopo la pubblicazione il nuovo contenuto a Baidu – i “furti” di contenuto sono frequenti, questa mossa ci aiuta a far sapere a Baidu che il nostro contenuto è originale
ContattaciTorna su

Altri aspetti on-page e off-page

Ottimizzazione completa

Baidu offre varie soluzioni per investire in pubblicità (paid search (SEM) / banner / Brand Zone). Investire in advertising su questi prodotti, oltre a portare traffico qualificato, aiuta il posizionamento SEO su Baidu.

Un’altra caratteristica di unicità di Baidu è il modo cui integra le sue piattaforme all’interno delle pagine dei risultati di ricerca.

Per molte parole chiave, la prima pagina della SERP di Baidu è occupata per 30 -40% da Baidu Baike (alias Wikipedia), Baidu Zhidao (alias ask.com), Baidu TieBa (alias G+), Baidu Wenku (alias Slideshare) e molte altre.

Leggi di più

Questo probabilmente aiuta l’utente che effettua la ricerca, ma sicuramente rende più complesso il lavoro di ottimizzazione SEO.

Infatti Baidu può, a seconda dei casi, diventare un alleato o un concorrente. Noi solitamente preferiamo la prima, e quindi nel nostro piano cerchiamo di includere attività e contenuti per alimentare le varie piattaforme.

Il lavoro di ottimizzazione SEO non finisce qui. Ci sono infatti molte altre aree da controllare, gestire, modificare e testare come per esempio.

Di seguito un elenco a titolo esemplificativo:

  • On-page: architettura del sito, keyword placement, meta tag, alt-text delle immagini, robot.txt, widgets, JavaScript, Flash, link interni, ottimizzazione mobile
  • Off-page: link building

ContattaciTorna su

Credono già in noi

Le aziende con cui lavoriamo, con cui creiamo strategie, con cui conquistiamo nuovi mercati
Se ti senti perso

Se non capisci

Se ti dicono “non si può fare”

Contattaci subito per una consulenza gratuita

Articoli correlati