social

 La rivoluzione social e la grande opportunità per le aziende di dialogare con i propri target del mercato cinese.

In Cina è in corso il boom di internet e dei social media. Sicuramente un mercato in crescita grazie anche ai numeri con 560 milioni di utenti e 755 milioni di abbonati alla telefonia mobile.

social

 La rivoluzione social e la grande opportunità per le aziende di dialogare con i propri target del mercato cinese.

In Cina è in corso il boom di internet e dei social media. Sicuramente un mercato in crescita grazie anche ai numeri con 560 milioni di utenti e 755 milioni di abbonati alla telefonia mobile.

I social media sono esplosi in tutto il mondo e la Cina non è una eccezione, anzi può contare su una popolazione molto attiva.

Weibo, QQ, WeChat, Ren Ren, Alibaba sono solo alcuni esempi, nomi spesso sconosciuti agli occidentali, ma colossi nel complesso mondo digitale cinese.

Quali sono i principali social media in Cina?
 Sina Weibo ha raggiunto un tasso di penetrazione pari all’88% e 358 milioni di utenti. Ha anche attirato oltre 130.000 aziende, incluso un terzo delle 500 migliori multinazionali nel mondo. WeChat è un social media che si occupa di condividere video e foto, contenuti streaming e social plug-ins o chattare con utenti nazionali o internazionali. L’app ora genera 700 milioni di attività ogni giorno. Comunque, le persone utilizzano WeChat soprattutto per mantenersi aggiornati con gli amici.

Cosa comporta questa enorme diffusione?
 Ciò che è incredibile non riguarda solo il numero degli utenti attivi sui social media ma anche il tempo che spendono. I dati dello scorso anno dimostrano che i netizens cinesi spendono più tempo sui social media che sui portali. Circa il 39% delle persone tra i 18 ei 34 anni cerca informazioni sui social media prima di prendere decisioni, specialmente per prodotti come telefoni, elettronica di consumo, cosmetici e prodotti per la cura dei bambini.

Qual è il più importante social media per il business in Cina?
 Sicuramente Sina Weibo. E’ il miglior SNS (social networking service) per business, ha raggiunto un tasso di penetrazione pari all’88% e 358 milioni di utenti. Tramite Sina Weibo, un brand può comunicare con i consumatori direttamente; può incrementare enormemente la conoscenza di un brand in tempi brevi; può costruire l’immagine del brand; può sviluppare e gestire una community di fans; può monitorare e controllare sia i feedback che la reputazione del brand.

Cosa suggerisci ad investitori occidentali che vogliono applicare una social media strategy in Cina?

Prima di tutto di avere un target preciso ed una stretegia di ampio respiro. Le aziende devono capire bene il loro posizionamento e il loro target di riferimento. Poi bisogna entrare in piattaforme e gruppi dove sono i tuoi clienti. In secondo luogo è necessario avere un progetto comprensibile, compatibile con la cultura cinese. Il social media marketing è più complesso rispetto ad aprire un account e mettere un post ogni giorno, specialmente in Cina che ha un’unica cyber-cultura.

La strategia poi viene modificata e adattata alla situazione. Infine, è importante monitorare i risultati e compilare un resoconto. Questa è una parte molto importante per il social media marketing. Le aziende hanno bisogno di monitorare e analizzare per sapere dove sono i propri consumatori, cosa pensano, quali cambiamenti vogliono vedere, quali necessità hanno. Così attraverso le analisi e i resoconti, potranno trovare le risposte.

china

Estrapolato da articolo di Maria Elena Viggiano , 05/03/2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

//]]>