RUSSIA: e-commerce

il panorama dell'e-commerce in Russia

La Russia è un paese che si sta aprendo sempre più all’online. Basti pensare che la spesa e-commerce sta crescendo mediamente del 7,5% ogni anno e arriverà a toccare i 46 miliardi di euro nel 2023.

Ad oggi l 58% della popolazione russa sceglie di acquistare prodotti e servizi online, con una previsione di crescita. Le spesa e-commerce si concentra prevalentemente su quattro categorie merceologiche: viaggi, moda, elettronica e hobby.

L’e-commerce russo offre grandi opportunità ai brand del Made in Italy. Rappresenta, infatti, un canale di distribuzione strategico che permette alle aziende di inserirsi sul mercato senza dover investire somme spropositate a fronte di rischi elevati. Inoltre, permette di raggiungere milioni di acquirenti dislocati su un territorio talmente ampio da rendere impossibile una copertura capillare offline.

strategia "domestic" e "cross-border"

Investire sull’e-commerce russo non significa necessariamente affidarsi ai marketplace locali. Anche le piattaforme transfrontaliere rappresentano, infatti, un canale di ingresso sul mercato russo.

Affidarsi all’e-commerce cross-border consente di evitare parecchie procedure burocratiche altrimenti necessarie per vendere sui marketplace locali. Tra queste la legal entity russa, l’apertura di un magazzino in loco o la partnership con un distributore russo, i pagamenti in rubli e la certificazione EAC sui prodotti.

L’e-commerce cross-border in Russia è aumentato del 58% negli ultimi otto anni e questo trend positivo è destinato a continuare. Esistono diverse ragioni che hanno segnato una tale crescita: prezzi, varietà e logistica. Innanzitutto vendere su un marketplace cross-border permette alle aziende di offrire prezzi più competitivi rispetto a quelli degli e-commerce locali. Inoltre, su questo genere di piattaforme sono reperibili anche beni difficilmente trovabili nei negozi fisici o sugli e-commerce tradizionali. Per finire, poi, l’efficienza e la velocità delle consegne che, seppur arrivino da lontano, riescono a soddisfare le aspettative del consumatore russo.

wildberries

Il principale marketplace generalista russo è Wildberries, un e-commerce nato a Mosca nel 2004 che è da sempre riuscito a distinguersi
sul panorama dello shopping online russo per la sua efficienza
nelle consegne
e per i servizi offerti nei pick up point convenzionati. Wildberries consente agli utenti di scegliere se ricevere comodamente il bene a casa o ritirarlo presso uno dei tanti punti di ritiro dislocati sul territorio. Le consegne a casa sono molto rapide, in media intorno alle 24 ore. Inoltre, Wildberries offre un servizio peculiare e molto amato dai compratori russi: la possibilità di provare direttamente il capo alla consegna e di renderlo direttamente nel caso non rispecchi le aspettative del consumatore. Anche i pick up point offrono la possibilità di provare immediatamente i beni acquistati, grazie alla presenza di veri e propri camerini prova all’interno dello spazio di ritiro.

Con un turnover di 1,6 miliardi di euro, vende prodotti di 15 mila brand di diversi settori, tra cui fashion, cosmesi elettronica, oggettistica per la casa, infanzia, food, gioielleria e molto altro. 

ozon

Fondato nel 1998, OZON.ru è una delle più grandi piattaforme
di e-commerce online multicategoria in Russia. Per il tipo di servizio che offre viene spesso paragonato ad Amazon e attira più di 2 milioni di utenti attivi mensilmente.

OZON.ru offre un immenso assortimento di prodotti divisi per 24 categorie, tra cui elettronica, articoli per la casa e il giardino, prodotti per mamme e bambini, cosmetici, abbigliamento, articoli per auto, prodotti per animali domestici, cibo, libri, multimedia, software, giochi, musica, antiquariato e molto altro.

La sua popolarità è dovuta anche al suo sistema di logistica, che garantisce consegne molto rapide, spesso nel giro di 24 ore.

Nel 2019 OZON è stata nominato da Forbes come una delle cinque  migliori società Internet russe di maggior valore.

news

Export in Russia: check list delle opportunità per il Made in Italy

Export in Russia: check list delle opportunità per il Made in Italy

  Nonostante le relazioni tra Italia e Federazione scontino ancora gli effetti della crisi economico-finanziaria che ha colpito Mosca nel 2014-2015, i rapporti sono in ripresa. La svalutazione del rublo…

Influencer Marketing in Russia: best practice per raggiungere la audience locale

Influencer Marketing in Russia: best practice per raggiungere la audience locale

  L'influencer marketing sta spopolando negli ultimi anni, sebbene si divida tra giudizi positive e negative. Si colloca ormai tra i metodi più efficaci di sponsorizzazione sul web in tutto…

Digital Marketing in Russia: 10 step per posizionarsi sul mercato

Digital Marketing in Russia: 10 step per posizionarsi sul mercato

  Per fare digital marketing in Russia, si devono mettere in campo strategie digital specifiche. Raggiungere i potenziali consumatori russi, spesso, può infatti risultare complicato se non si applicano i…

pronto? si parte!

Fai la scelta giusta. Contattaci.

* CAMPI OBBLIGATORI