Il digitale nel B2B ormai è diventato indispensabile anche per i player di piccole dimensioni. Per le PMI è infatti un’occasione per ottenere maggiore visibilità. 

Non sempre è facile capire da dove partire o come utilizzare al meglio gli strumenti digitali che si possiedono. Per questo vi vogliamo dare alcuni consigli per costruire una presenza online efficace e in grado di attrarre i consumatori verso la vostra attività. 

Vediamo insieme nell’articolo!

Uno sguardo generale

In Italia l’indice di digitalizzazione è ancora molto al di sotto della media europea – 26% contro il 38%. Nonostante ciò il numero di PMI italiane che si sta interessando al digital è in continua crescita. Segno che le potenzialità e l’importanza dell’online stanno ricevendo sempre più la giusta considerazione. Infatti una presenza online oggigiorno è fondamentale perché consente di ottenere un rapporto sempre più diretto con il consumatore ma anche con i produttori, personalizzando l’esperienza e raggiungendoli in modo facile e veloce.

digitale nel b2b

>>LEGGI ANCHE: MARKETING B2B: I 4 TREND PRINCIPALI NEL 2021

Il digitale nel mondo B2B

Anche nel mondo B2B il digitale sta prendendo sempre più piede. Infatti la target audience si è fatta sempre più esigente e pretende esperienze personalizzate, come in ambito B2C. I buyer vanno raggiunti con moderni strumenti di comunicazione, offrendo una proposta di valore, che si differenzi da quelle dei competitor. 

Il sito web B2B inoltre è molto importante perché permette di generare lead qualificati. Attraverso una buona ottimizzazione in chiave SEO il sito web comparirà tra i primi risultati delle ricerche dei lead. Incanalando poi il traffico nel sito web e raccogliendo dati utili attraverso CTA, form e landing page, le aziende possono ottenere dati utili per il targeting e potenziali clienti da tutto il mondo.

Ma da dove bisogna iniziare? A cosa fare attenzione?

>>LEGGI ANCHE: DIGITALIZZAZIONE, INNOVAZIONE ED E-COMMERCE: NUOVI PARADIGMI PER L’EXPORT ITALIANO

Le caratteristiche fondamentali per un sito web B2B

Il sito web innanzitutto è considerato uno dei principali touchpoint che permette alle aziende B2B di farsi trovare online. Ma per progettare un sito B2B efficace bisogna innanzitutto comprenderne lo scopo. In questo caso va considerato come un vero e proprio biglietto da visita dell’azienda, che mostra ai buyer informazioni sulla propria offerta. 

Perché tali informazioni siano facilmente ottenibili il sito deve rispettare alcune caratteristiche. 

Prestazioni della piattaforma

È fondamentale offrire agli utenti un’esperienza chiara e veloce. Solo in questo modo si riuscirà a competere con le altre piattaforme e ad attirare traffico verso il proprio sito, portando a un maggior numero di conversioni

I parametri da considerare sono:

– Disponibilità (senza frequenti interruzioni del servizio o problemi col server)

– Velocità (per generare lead un sito web deve essere veloce. Google infatti premia i siti reattivi che garantiscono una user experience di qualità)

– Sicurezza (disponendo di un certificato SSL attivo si dimostra agli utenti che il sito è affidabile e sicuro nei pagamenti)

User Experience

Affinché il traffico si trasformi in lead qualificati, è necessario progettare una User Experience che renda facile trovare le informazioni di interesse. Tra i parametri da considerare quando si pensa alla User Experience per i siti web B2B troviamo:

– Rendere il sito gradevole all’occhio, con immagini accattivanti e un design intuitivo e reattivo. Deve essere inoltre ottimizzato per mobile, ormai responsabile del 54% del traffico mondiale. 

– Comunicare il messaggio in modo chiaro e conciso, per fornire un’esperienza utile e intuitiva. In questo caso vale la regola “less is more”, con la progettazione di una sitemap non troppo complessa e con pagine dedicate alle varie fasi della customer journey.

– Disporre di contenuti ottimizzati in chiave SEO. Questo permette all’utente di trovare il sito quando cerca le informazioni che gli servono.

Può essere utile inoltre proporre contenuti per ogni fase della Customer Journey. Blog per la fase di consapevolezza, informazioni sui prodotti per la fase di considerazione e case studies che dimostrino il valore dei servizi nella fase di decisione.

SEO (Search Engine Optimization)

Per quanto riguarda le keyword, è utile selezionarle prima di pianificare il proprio sito web. Identificando prima le parole chiave target e inserendole nella struttura del sito, nei contenuti e nei nomi delle pagine, il sito avrà maggiori possibilità di posizionarsi tra i primi risultati di ricerca. Anche il blog, il content marketing e i social media contribuiscono a far salire il sito nel ranking. Non bisogna dimenticarsi inoltre di inserire le keyword anche negli alt text delle immagini.

digitale nel b2b

Punti di conversione

Non tutti gli utenti si trasformano in acquirenti. Per aumentare i tassi di conversione è necessario localizzare le CTA in punti strategici, nella fase giusta del percorso dell’acquirente. 

Non c’è una regola precisa applicabile a tutti i siti web. Con dei professionisti è opportuno valutare di volta in volta le soluzioni migliori per ogni tipo di attività. Infatti un buon design non avrà gli effetti sperati se il sito ci mette troppo a caricarsi. Così come un efficace servizio di messaggistica istantanea non servirà a generare lead se i contenuti non sono ottimizzati per la ricerca. Ogni azione va pensata in sintonia con le altre. Di certo rimangono punti saldi tra le regole da seguire: una User Experience intuitiva e una piattaforma allineata alla proposta che si vuole mostrare.  

>>LEGGI ANCHE: I 5 VANTAGGI DELLE FIERE DIGITALI B2B NEL 2021: PERCHÉ PASSARE ALL’ONLINE

Il digitale nel B2B per le PMI

Le potenzialità del digitale nel B2B sono interessanti e forti, ma spesso non ancora pienamente colte. Spesso infatti si è consapevoli degli ostacoli economici da affrontare e si viene frenati da un approccio apparentemente difficile. Ma rivolgendosi a dei professionisti del digitale si possono trovare soluzioni su misura che permettono di valorizzare anche realtà molto piccole. Questo primo passo nel percorso digitale aprirà le porte a tantissime altre occasioni, permettendo alle PMI di cogliere tutte le opportunità che si presentano. 

>>LEGGI ANCHE: PMI E DIGITALIZZAZIONE: A CHE PUNTO SIAMO IN ITALIA?


SCOPRI L’OPPORTUNITÀ DI ALIBABA.COM

Alibaba.com è una piattaforma che offre moltissime opportunità di espansione per il business B2B. Tuttavia può richiedere un impiego di tempo e risorse che non tutte le aziende hanno a disposizione. East Media può aiutarti a inserirti su questa piattaforma e a ricavarne il massimo dei risultati. Vuoi saperne di più? Scarica la proposta di East Media!

Cliccando sull’immagine verrai reindirizzato a un form per il download della proposta in formato PDF.

About Nadia Riccardi

Appassionata della Russia, del marketing e della subacquea. Ha lasciato il suo cuore a Mosca, dove spera di tornare. Ama osservare il mondo da più punti di vista, in modo analitico, creativo ... sia sopra che sott'acqua.