Negli ultimi anni in Cina sta crescendo un mercato diretto ad una specifica classe sociale. Si tratta dei prodotti per l’infanzia. I genitori della nuova era sembrano, infatti, spinti a comprare, specialmente online tramite siti e-commerce, prodotti per l’infanzia anche a caro prezzo. L’incentivo è nato dalla nuova legge sui figli. Dallo scorso anno il Partito cinese ha autorizzato le coppie ad avere tre figli, e oggi si parla anche di cinque figli per nucleo familiare. Ma vediamo nel dettaglio come la modifica alla legge sulla Popolazione e la pianificazione familiare ha favorito le vendite dei prodotti per l’infanzia nel Paese del Dragone.

>> LEGGI ANCHE: ALIBABA.COM: LA PIATTAFORMA PER ENTRARE NEL MERCATO INTERNAZIONALE

Chi compra i prodotti per l’infanzia

Attualmente, la comunità online cinese è rappresentata da giovani, con un potere di spesa più grande che mai. Questa generazione, nata tra la fine degli anni ‘80 e l’inizio degli anni ‘90, ha assistito alla prosperità digitale ed economica della Cina. Inoltre, ha un reddito maggiore rispetto alle generazioni precedenti. Le famiglie di questo gruppo sono disposte a pagare di più per prodotti considerati utili per i loro bambini e per le future mamme. Di conseguenza, la domanda per questo tipo di mercato è più elevata rispetto ad altri settori. Per di più, questi acquirenti sono molto attenti alla qualità. Infatti, preferiscono pagare di più per un prodotto dalla qualità migliore.

Inoltre, un fatto da non sottovalutare è la distribuzione demografica dei giovani genitori cinesi. Si pensa che questi preferiscono vivere nella città di prima fascia. Così permettono ai propri figli di avere un’istruzione migliore per sostenere il gaokao, il difficile esame di maturità che i giovani studenti devono sostenere alla fine della scuola superiore. 

In realtà, a causa del minor costo della vita, si registrano più madri e padri nelle città di fascia inferiore.  

Per riassumere, quali sono le ragioni della crescita di mercato?

  • – L’allentamento della politica del figlio unico, accompagnato dal crescente reddito familiare delle famiglie cinesi
  • – Le famiglie sono disposte a pagare molto per prodotti utili per i loro figli 
  • – Le famiglie sono disposte a pagare prezzi più alti per prodotti per bambini di alta qualità e alta sicurezza
  • – L’ascesa del “New Retail” caratterizzato dall’integrazione di piattaforme online e offline

Quali sono, invece, le principali categorie di prodotti per l’infanzia?

Come già accennato in precedenza, i consumatori cinesi prestano molta attenzione alle caratteristiche del prodotto acquistato. Ad esempio, molto importante è la marca del prodotto. I consumatori cinesi preferiscono acquistare prodotti di marchi internazionali, in particolare per prodotti come latte artificiale e pannolini. Più nel dettaglio i prodotti maggiormente acquistati sono cibi per neonati e prodotti per la cura della pelle dei bambini. Seguono poi abbigliamento e calzature per bambini, alimenti e integratori, giocattoli, dispositivi ad alta tecnologia e infine prodotti relativi al fitness.

>> LEGGI ANCHE: LIVE COMMERCE IN CINA: LA NUOVA FRONTIERA DELLO SHOPPING ONLINE

Crescita di mercato dei prodotti per l’infanzia

Quindi, la Cina sta diventando il principale hub per la maternità e il mercato dei bambini. La crescita del mercato non ha mostrato segni di arresto negli ultimi anni. Grazie all’introduzione della nuova politica cinese dei figli, la popolazione infantile è cresciuta in modo significativo. Secondo Statista, nel 2019 la dimensione del mercato dei prodotti per madri e bambini in Cina ha raggiunto circa 3 trilioni di RMB, crescendo di circa il 15% all’anno negli ultimi tre anni. Solo nel 2020 i ricavi delle vendite di questo settore hanno sfiorato 4 trilioni di RMB. Si prevede che questo tipo di mercato crescerà ancora nel prossimo decennio a causa della crescente domanda. Complessivamente, oltre il 69% di questi super genitori spende fino al 30% del reddito familiare sui prodotti per se stesse e per i loro figli. 

Ad oggi, i genitori cinesi con bambini da 0 a 12 anni rappresentano 300 milioni di utenti Internet mobili attivi e il loro utilizzo di Internet è in aumento. Questi trascorrono più tempo su Internet, con un aumento del 13,1% su base annua registrato nel 2020. Dato l’alto utilizzo di Internet, dei siti web e delle App, i prodotti vengono solitamente acquistati su siti Web e App di e-commerce. I fattori chiave che spingono le decisioni di acquisto sono il passaparola unito alla garanzia della qualità

Il passaparola avviene tramite gruppi WeChat. Di solito, l’amministratore del gruppo dispensa consigli in base a cosa le celebrità stanno facendo. Quindi, anche qui i KOL cinesi hanno un peso notevole. Più del  50% dei consumatori ha grandi aspettative sui prodotti consigliati da KOL esperti, i quali si affidano ad App come Douyin per promuovere i loro prodotti.

Oltre a WeChat e Douyin, anche Kuaishou ha un’ampia fan base di giovani genitori. Nel 2020, Kuaishou è diventata la piattaforma più popolare per questa comunità. Sempre nello stesso anno, gli short video sui prodotti per l’infanzia sono aumentati del 200%. Ben 75 milioni di utenti su Kuaishou sono giovani genitori, che ogni giorno si scambiano consigli, guardano video, live streaming e commentano. Infine, tramite link dedicati accedono direttamente al prodotto appena visualizzato.

Piattaforme e-commerce più usate per i prodotti per l’infanzia

Se le App di short video sono le piattaforme preferite per lo scambio di opinioni e per l’influenza dei KOL, tuttavia i siti e-commerce la fanno da padrone per l’acquisto dei prodotti. Secondo i dati appena analizzati, l’e-commerce online è il punto focale della vendita dei prodotti per l’infanzia. Infatti, gli acquisti online tramite piattaforme di e-commerce sono di gran lunga preferiti rispetto ai negozi fisici. Il motivo di ciò è che è più facile confrontare i prezzi e le caratteristiche dei prodotti. Anche gli e-commerce cross-border riscuotono un notevole successo per i prodotti per l’infanzia, oltre ai soliti e-commerce domestici già presenti nel Paese. Basti pensare che nel 2020 la dimensione del mercato dell’e-commerce dell’industria dei prodotti per la maternità e l’infanzia in Cina rappresentava oltre il 27% del mercato totale dei prodotti per madri e bambini.

Ma quali sono le piattaforme più utilizzate per acquistare online? Vediamo di seguito due piattaforme molto conosciute e utilizzate in Cina.

>>LEGGI ANCHE: LE PRINCIPALI PIATTAFORME PER L’E-COMMERCE CROSS-BORDER IN CINA NEL 2022

Tmall

Tmall è la piattaforma e-commerce cinese di proprietà di Alibaba Group. Brand e rivenditori autorizzati sono presenti su Tmall attraverso la creazione di un vero e proprio Flagship Store. Lo store è personalizzabile perché permette ai brand di promuovere con successo la propria identità e permette loro di creare una user experience molto accurata. Nel 2020 Tmall ha aumentato significativamente la vendita dei prodotti per l’infanzia. Due in particolare sono le categorie che hanno visto una crescita costante. Gli alimenti per i bambini hanno avuto una crescita complessiva del 64%. Mentre la vendita di prodotti per la nutrizione materna è aumentata del 206% su base annua.

Tmall è il leader delle vendite online in Cina. È molto apprezzato grazie anche alla sua piattaforma di e-commerce cross-border. Quest’ultima si attesta come il più grande marketplace cross-border per i marchi stranieri. Per cui è molto considerata da tutti quei genitori che preferiscono i marchi stranieri a quelli cinesi. Tmall, infatti, offre una vasta gamma tra i migliori marchi stranieri con prodotti di alta qualità.

Tmall prodotti per l'infanzia

Homepage Tmall. Fonte: Tmall

JD.com

JD.com è una società di e-commerce cinese con sede a Pechino. È il secondo rivenditore online B2C in Cina dopo Tmall di Alibaba. Anche JD.com non si è fatto sfuggire l’occasione di vendite i prodotti per l’infanzia. Detiene, infatti, il 24,2% sul totale delle vendite relative a questi prodotti.  Inoltre nel 2020, JD ha ospitato un evento di vendita chiamato Super Dads Festival. Durante il Festival sono stati presentati prodotti per bambini e genitori per un valore di 10 mila RMB (circa 2 mila Euro). Oltre a questo sono stati trasmessi live streaming con famosi papà e attività di shopping e gioco dedicate ai papà.

JD.com prodotti per l'infanzia

Homepage JD.com. Fonte: JD.com

In conclusione, il mercato dei prodotti dell’infanzia ottiene numeri molto favorevoli, specialmente per quanto riguarda i marchi stranieri che possono inserirsi in Cina tramite alcune piattaforme dedicate, come Tmall, attuando una strategia digitale accurata. Oltre alle piattaforme e-commerce, usate principalmente per la vendita e l’acquisto di questi prodotti, anche le App hanno il loro ruolo chiave. Utilizzate per il passaparola tra i propri utenti, possono generare un notevole flusso di utenti verso quei prodotti reputati migliori.

La presenza sui social e sull’e-commerce, quindi, si rivela essere un efficace ingresso per i brand esteri che vogliono entrare nel mercato cinese.

Inoltre, poiché i consumatori cinesi sono molto sensibili alla sicurezza percepita dai marchi stranieri, questi ultimi possono sfruttare il divario in questo settore poiché la domanda di articoli per mamma e bambino continua ad aumentare.


Per comprendere al meglio come poter vendere i tuoi prodotti online sul secondo mercato al mondo, scarica il nostro nuovo report su Tmall e Tmall Global! Troverai tutto ciò che devi sapere sulle due maggiori piattaforme e-commerce cinesi.


Clicca sull’immagine per scaricare il report su Tmall e Tmall Global:

Tmall e-commerce cina

Altri Articoli

Report_2_Arad_
Email marketing in Cina
criptovalute in Cina e in Russia
Programmatic in Cina
Metaverso in Cina
See All