Cosa esportare in Cina: i prodotti esteri più popolari

Cosa esportare in Cina: i prodotti esteri più popolari

 

Cosa esportare in Cina? I consumatori cinesi acquistano diverse tipologie di prodotti di importazione, vediamo quali.

 

Sono in molti a chiedersi cosa esportare in Cina. Con la democratizzazione del paese è diventato più facile vendere prodotti esteri e la domanda è in costante aumento.

Per capire cosa esportare in Cina è fondamentale ad esempio analizzare i risultati positivi raggiunti dai brand stranieri del settore della moda e il trend dei prodotti alimentari.

Un numero crescente di consumatori giovani e benestanti è fortemente attratto dalla cultura e dallo stile occidentali, questa categoria di cinesi non bada a spese ed esige il massimo della qualità nel proprio guardaroba e sulla propria tavola.

> Leggi qui il Consumer Report di McKynsey sulle tendenze dei consumatori cinesi

 

Cosa esportare in Cina: i prodotti più gettonati

 

I dati sul volume di importazione di prodotti esteri in Cina negli ultimi 5 anni evidenziano una notevole crescita. Tra i prodotti che hanno registrato le variazioni più significative ricordiamo:

 

  • Opere d’arte e articoli da collezione + 7,1%
  • Cereali + 477%
  • Prodotti caseari, uova, miele + 402%
  • Zucchero + 395%
  • Carne e pesce + 278%
  • Abbigliamento + 209%
  • Animali vivi + 209%
  • Caffè, the e spezie + 199%
  • Gemme, metalli preziosi, monete + 180%
  • Cotone + 179%
  • Medicinali + 151%
  • Bevande Alcoliche + 175%
  • Cacao + 173%
  • Pellami + 169%
  • Prodotti della macinazione + 166%
  • Abbigliamento etnico e di sartoria + 163%
  • Veicoli + 161%
  • Pellicce e pellicce artificiali + 159%
  • Legnami + 158%
  • Cereali e prodotti per il latte + 155%
  • Olio + 54%
  • Altri prodotti alimentari + 150%

 

Questa lista può esserti molto utile per capire cosa esportare in Cina. Se produci o vuoi vendere uno dei prodotti più richiesti potresti avere una grande occasione rivolgendoti a un mercato estremamente vantaggioso. Approcciare il mercato cinese non è però semplice. Il consiglio è affidarsi a esperti del settore per valutare le giuste strategie marketing da sviluppare.

Perché i cinesi amano i prodotti esteri?

 

Storicamente, la Cina ha sempre importato grandi quantità di prodotti elettromeccanici, greggio, minerali ferrosi, rame, alluminio e soia.

Ma al giorno d’oggi a destare l’interesse dei cinesi sono soprattutto i prodotti di consumo quali il vino, l’olio, il cioccolato o il caffè. Inoltre, il consumatore cinese apprezza i prodotti di lusso di provenienza europea, in particolare le automobili.

I cinesi sono ben disposti a spendere di più per acquistare dall’estero prodotti alimentari o per la cura della persona, che si tratti di latte in polvere o dentifricio.

La sfiducia dei consumatori cinesi nei confronti dei brand locali è ormai ben nota. I recenti scandali relativi ai prodotti alimentari hanno distrutto la reputazione di molte aziende e, proprio per questo, i cinesi preferiscono acquistare prodotti esteri.

I settori più colpiti da questo fenomeno sono quello alimentare e quello dell’entertainment, mentre le aziende locali del settore tecnologico continuano a godere di buona fama.

Cosa esportare in Cina

Cosa esportare in Cina

Che cos’è l’Haitao?

 

“Haitao” è una parola cinese  (海淘, in cinese “hai” significa mare e “tao” grandi onde) che indica l’abitudine di molti consumatori cinesi all’acquisto di beni di importazione online sui siti ecommerce.

Si tratta di un fenomeno molto diffuso in Cina e, fondamentalmente, interessa due tipologie di acquirenti:

 

Il primo gruppo è composto da giovani donne che acquistano soprattutto  cosmetici e capi d’abbigliamento. Non si tratta di una vera e propria necessità ma di un desiderio piuttosto comune tra i cinesi, quello di dimostrare il livello del proprio tenore di vita mediante prodotti esteri.  

Il secondo gruppo è composto da donne in gravidanza che vogliono utilizzare prodotti per la maternità di prima scelta per il proprio nascituro. Naturalmente, questa categoria di donne tende a continuare ad acquistare prodotti esteri online, ritenuti più affidabili a livello qualitativo.

> Scopri di più sul mondo degli e-commerce cinesi

 

Perché vendere in Cina

 

Il potere di acquisto dei cinesi è cambiato, vi sono segmenti più giovani della popolazione che dimostrano un grande interesse nei confronti dei brand occidentali, un tempo difficilmente reperibili in Cina.

La crescita della classe media e l’interesse delle classi più abbienti nei confronti dei prodotti esteri, considerati di qualità superiore, hanno aperto una serie di nuove opportunità per chi vuole fare business in Cina.

Esiste la possibilità di affacciarsi su un mercato molto ampio e non dovresti lasciartela sfuggire. L’importante è sapere come muovere i giusti passi. Con oltre 730 milioni di persone che quotidianamente navigano, chattano e finalizzano acquisti online, la Cina è il paese con il più numero di utenti digitali. 

Le strategie di comunicazione e marketing delle aziende devono essere quindi digital. Ma in un Paese dove Google e Facebook non sono utilizzati, si deve pianificare su piattaforme locali come il motore di ricerca Baidu e i social network WeChat e Weibo.

>>Vuoi saperne di più su come entrare e vendere in Cina? 

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. 

Per informazioni scrivici e ti contatteremo in brevissimo tempo. LA CINA E’ VICINA… –>  info@east-media.net

1 Comment

  1. Geremia ha detto:

    Chiari lineari e coincisi! Complimenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

//]]>