L’avvento della pandemia ha inevitabilmente modificato lo stile di vita della popolazione globale. A causa dell’emergenza sanitaria, infatti, le persone hanno iniziato a prestare maggiore attenzione alla propria salute. Anche i consumatori cinesi hanno rivisto le proprie priorità nella vita quotidiana, mettendo al primo posto salute e benessere

Le nuove esigenze e abitudini di acquisto hanno incentivato la crescita dei settori legati ad uno stile di vita più sano. Vediamo quindi quali sono i mercati della wellness economy più richiesti nella Cina 2021.

>> LEGGI ANCHE: CINA POST-COVID: TUTTI I TREND DEI CONSUMATORI CINESI 2020

SLEEP ECONOMY

La qualità del sonno è un fattore determinante nella salute e nella vita di un individuo. Da qualche anno la popolazione cinese ha risentito fortemente di problemi di sonno e nell’ultimo anno i cinesi con disturbi di insonnia sono stati più di 300 milioni. Secondo i dati del Chinese Sleep Research Society, durante la pandemia le persone hanno posticipato l’orario in cui andare a dormire di 2-3 ore. Il numero di coloro che va a letto dopo mezzanotte è inoltre aumentato dal 10% al 50% della popolazione. 

Questi problemi di insonnia si pensa siano dovuti da fattori come lo stress sul lavoro, problemi finanziari e questioni emotive.

In questo scenario la richiesta di prodotti che migliorano la qualità del sonno è aumentata significativamente. Ciò ha portato ad un forte sviluppo della wellness economy e anche il numero si brand del settore sono aumentati. I consumatori principali di questo mercato sono quelli nati negli anni 2000

Per i brand è sicuramente un settore ricco di opportunità, che si prevede supererà 1 trilioni di RMB entro il 2030. I prodotti principali di questo mercato sono: materassi e cuscini, integratori per il sonno e app che aiutano a dormire.

FITNESS ECONOMY

Il governo cinese da anni incentiva l’attività fisica, con l’obiettivo di sviluppare il settore fitness nelle città di bassa fascia.

Nel periodo di lockdown la popolazione cinese iniziò a preoccuparsi maggiormente della propria salute, avvicinandosi sempre di più al mondo del fitness. Il 76% della popolazione afferma infatti di essere più incentivato ad allenarsi e a fare attività fisica dopo la pandemia. Si è stimato che nel 2020 circa 400 milioni di cinesi abbiano praticato sport. Il mercato del fitness è cresciuto a vista d’occhio, raggiungendo più di 7 miliardi e mezzo di dollari.

A causa del periodo di isolamento è aumentato l’utilizzo delle piattaforme digital dedicate al fitness. Gli utenti attivi su queste app sono cresciuti del 93% nell’ultimo anno. L’utilizzo del livestreaming ha inoltre incentivato le sessioni di attività fisica in diretta, soprattutto sulle piattaforme di short-video come Douyin.  

I consumatori principali di questo settore sono i giovani. Il 40% appartiene alla fascia d’età tra i 26 e i 30 anni,  il 21% tra i 21 e 25 anni.

Fitness economy

>> LEGGI ANCHE: IL FITNESS SI FA DIGITAL: 5 TREND DEL SETTORE NELLA CINA POST CORONAVIRUS

BEAUTY ECONOMY

La Cina nel 2019 è diventata il secondo mercato mondiale nell’industria beauty. Durante il periodo di lockdown il settore cosmesi ha subìto una decrescita del 30%. L’utilizzo della mascherina ha infatti reso inutile l’acquisto di cosmetici. I consumatori cinesi hanno quindi modificato le proprie necessità, preferendo i prodotti per la cura del viso. Il 54% del mercato è infatti ormai occupato dal settore della skincare

I brand hanno colto l’opportunità di questo periodo per guidare le vendite in proprio favore. In particolare, i consumatori hanno iniziato a ricercare maggiormente prodotti per curare le irritazioni causate dalla mascherina.

Recentemente nel settore beauty ha iniziato ad espandersi un nuovo trend: quello dei beauty snacks. Si tratta del settore della “bellezza commestibile“, i cui prodotti sono bevande e cibi salutari. Barrette senza zucchero e snack con collagene sono il nuovo cibo preferito dai cinesi. Ciò che li rende popolari è la possibilità di consumarli in qualsiasi momento e curare la propria skincare. I consumatori principali hanno meno di 25 anni, in quanto l’obiettivo principale degli snacks è di prevenire l’invecchiamento precoce.

Si stima che questo settore raggiungerà i 3,7 miliardi di dollari entro il 2022. Rappresenta quindi un potenziale di crescita sia per i brand nazionali che per quelli internazionali.

beauty economy

>> LEGGI ANCHE: BEAUTY IN CINA: LE ULTIME TENDENZE DIGITALI PER VENDERE CON SUCCESSO

WELLNESS ECONOMY PER I BRAND

Il mercato del wellness è in continua crescita Oltre Muraglia e si prevede che per il 2021 continuerà ad essere al centro dell’interesse della popolazione. L’ultimo anno ha radicalmente cambiato le esigenze e le abitudini dei consumatori. Al primo posto tra i prodotti più ricercati ci sono quelli che migliorano lo stile di vita e il benessere dell’individuo. Tra questi rientrano i settori del beauty, del fitness ma anche della cura del sonno e della sua qualità. I brand internazionali hanno una grande opportunità di inserirsi in questo nuovo panorama. I prodotti occidentali, infatti, godono di un’alta reputazione tra i consumatori cinesi, che li ritengono di alta qualità


Non bisogna dimenticare che il panorama digitale cinese è molto più frammentato e competitivo rispetto a quello occidentale. Non esiste, dunque, una sola piattaforma che garantisca il successo immediato ai brand che vogliono sponsorizzare e distribuire i propri prodotti in Cina. Una delle soluzioni migliori, al netto del maggiore investimento richiesto, è quella di adottare una strategia multichannel. Infatti presenziando molteplici canali sarà più facile andare a targettizzare tutti i segmenti di consumatori del proprio brand.

e-commerce in Cina

Scarica il nostro nuovo report sul social commerce per avere una visione completa dell’hot trend del panorama digitale cinese. Clicca sull’immagine!