Il mercato del fashion in Cina diventa Digital

Oggi il mercato del fashion in Cina si sta sempre più digitalizzando in maniera decisa. Innanzitutto, bisogna considerare che i consumatori cinesi appassionati di moda prestano molta attenzione ai trend più recenti. E proprio sul web ricercano informazioni e offerte sui loro vestiti e accessori preferiti.

Uno studio sulle abitudini negli acquisti dei consumatori asiatici, condotto dalla società di ricerche di mercato AIP, ha rivelato che proprio i consumatori cinesi sono tra i più attivi negli acquisti di abbigliamento online.

Un processo di decisione molto lungo

Abituati a doversi confrontare con una miriade di prodotti, i consumatori cinesi sono anche molto lenti nel loro processo decisionale. In particolare se si tratta di acquisti online.

I cinesi mettono in atto un processo particolarmente lungo prima di ordinare qualcosa online sulle piattaforme come Taobao o TMall (per citare le più popolari). Inoltre fanno molta attenzione ai prodotti per verificare che non siano contraffatti, abituati a muoversi in un mercato famoso anche per le copie.

Per prima cosa osservano le foto pubblicitarie dei prodotti: offrono loro una prima impressione. Poi passano alla descrizione e a tutti i dettagli relativi al prodotto. Per conquistare la fiducia del consumatore cinese è quindi fondamentale inserire una descrizione coerente e dettagliata.

Abbiamo quindi detto che i cinesi controllano ogni dettaglio del prodotto a cui sono interessati. Prima di procedere all’acquisto leggono ogni riga delle descrizioni e verificano su più fonti la veridicità delle informazioni.

I loro canali di informazione più usati? Siti web, blog e social network.

Il boom del fashion e-commerce in Cina

Secondo la ricerca di AIP, in Cina quasi 6 utenti internet su 10 preferiscono acquistare indumenti e accessori online, oltre il 30% in più rispetto agli utenti della vicina Singapore, per esempio. Ma i cinesi non sono appassionati solo di fashion: negli ultimi anni si è assistito anche a un vero e proprio boom per il settore della tecnologia.

Una tendenza confermata dalla crescita degli e-commerce dalla diffusione dei sistemi di pagamento online di aziende cinesi quali Alipay o WeChat pay. 

I consumatori cinesi stanno abbracciando uno stile di vita privo di contanti con l’utilizzo di sistemi di pagamento su piattaforme mobile per l’acquisto di qualsiasi cosa: dal cibo al taxi e, soprattutto, per l’abbigliamento.

Intervistando oltre 8100 persone, è risultato che oltre il 12% degli studenti dei college già oggi escono di casa senza contanti e il 30% nella fascia di età compresa tra i 23 e i 29 anni tiene in tasca meno di 100 yuan (circa 13,50 euro). 

 

Pagamenti mobile, un trend in crescita

8 intervistati su 10 dichiarano di aver acquistato online con modalità di pagamento mobile. Tanto che anche nei tradizionali negozi si sta diffondendo rapidamente questa forma di pagamento.

I pagamenti mobile si stanno diffondendo un po’ in tutti i settori: il 40% degli intervistati ha dichiarato di aver pagato addirittura le bollette online. E grazie agli sconti delle piattaforme per l’acquisto di cibo, i tool per il pagamento tramite mobile si stanno diffondendo anche nella ristorazione.

Wechat, l’app leader in Cina, ha in tal senso da anni implementato la funziona wechat wallet che è usatissima.

LEGGI QUI ARTICOLO DI APPROFONDIMENTO SU WECHAT WALLET

Cos'è e come funziona WeChat Wallet

 

La diffusione dei pagamenti mobile è veramente varia: 7 intervistati su 10 dichiarano di aver utilizzato il proprio smartphone per ordinare o pagare il conto al ristorante almeno una volta.

Questo trend si rivelerà di certo positivo per l’industria digitale globale e in particolare per il settore del fashion: i sistemi di pagamento mobile possono essere utilizzati dai brand emergenti per entrare in nuovi mercati, dove magari non hanno boutique e store, puntando tutto sull’e-commerce ed esperienza di acquisto facile e veloce. 

 

Un futuro promettente per l’e-commerce della moda in Cina

Questi dati sono da affiancare a ulteriori ricerche in ambito e-commerce condotte dalla Visa nel 2015. In uno studio che ha analizzato gli acquisti online dei consumatori asiatici suddivisi per categorie, la Cina è risultata prima nel settore fashion, con il 62% delle transazioni effettuate su portali online.

Con le aziende che sono alla ricerca di nuovi modi di accaparrarsi parte di questa fetta di mercato del fashion in Cina, gli influencers e i social media sono diventati i principali marketing tool. Se si considera le principali fonti di informazione sui prodotti, stando a quanto emerge dalla ricerca di AIP, i social media e gli influencers locali sono al primo posto in Cina: ben 7 intervistati su 10 hanno dichiarato che sono stati fondamentali nella fase decisionale di acquisto.

I principali fashion brand nell’e-commerce stanno cercando di cavalcare quest’onda, ad esempio Moonbasa che ha lanciato la propria piattaforma e-commerce di recente, per promuovere l’export dell’abbigliamento statunitense verso la Cina.

ecommerce moda in cina

 

L’industria cinese della moda è in rapida crescita e il trend dei pagamenti mobile la sta seguendo di pari passo, la Cina è destinata a confermarsi sempre di più il principale mercato e-commerce per il settore della moda.

>>Vuoi saperne di più su come entrare e vendere in Cina? 

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. 

Per informazioni scrivici e ti contatteremo in brevissimo tempo. LA CINA E’ VICINA… –>  info@east-media.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

//]]>