Se si vuole fare SEO per la Russia, non si può non considerare il motore di ricerca Yandex. Ottenere visibilità su di esso permette di rivolgersi a un pubblico molto vasto. In seguito, sarà semplice proporre ai potenziali clienti i propri prodotti e servizi. Spesso ci si dimentica che esistono altri motori di ricerca oltre a Google. Ma se il target della propria azienda risiede in Paesi come la Russia, ci si deve rendere rintracciabili sulle piattaforme locali.

In questo articolo di East Media, spieghiamo come fare SEO per la Russia su Yandex e come promuovere la propria azienda sul mercato russo. Sì, perché se ci si vuole rivolgere a mercati come quello russo o quello cinese, non ci si può affidare a Google. I motori di ricerca più utilizzati in questi Paesi sono diversi, e diverse sono le impostazioni da adottare per l’ottimizzazione dei siti web.

 

 

 

SEO per la Russia

 

Yandex, molto più di un motore di ricerca

Per cominciare, prima di vedere come indicizzare su Yandex, è bene sottolineare che non si tratta di un semplice motore di ricerca. È infatti una multinazionale del settore tecnologico, con un suo nutrito ecosistema di applicazioni e servizi B2B e B2C. Tra questi, vi sono Yandex Browser, Video, Food, Mail, Market e Money (il servizio di pagamento elettronico più utilizzato in Russia).

Inoltre, per i professionisti e i gestori di siti internet sono a disposizione altre due piattaforme. La prima, Yandex Webmaster viene utilizzata per la gestione SEO. La seconda, invece, Yandex Metrica, è un approfondito sistema di analytics sui flussi di visite ai siti.

Questa variegata proposta fa sì che Yandex Search riceva ogni giorno decine di milioni di visite. Inoltre, vale la pena ricordare che Yandex è piuttosto diffuso anche tra le comunità di lingua russa che risiedono in Bielorussia, Kazakistan e Turchia, affermandosi come quarto motore di ricerca al mondo.

 

>>LEGGI ANCHE: NUOVA LEGGE RUSSA SULL'”INTERNET SOVRANO”: INSIGHT PER IL DIGITAL MARKETING

 

Fare SEO per la Russia: le principali differenze

Il processo di indicizzazione dei siti web è necessario su tutti i motori di ricerca indistintamente. Ma search engine diverse lavorano in modo diverso. Saper indicizzare su Google non significa saper indicizzare su Yandex, anche se la teoria sottostante funziona similmente. Per far sì che il proprio sito sia ben interpretato da Yandex sono necessari certi accorgimenti. Di seguito ne indichiamo i più importanti.

 

1. Regionalità

Yandex è un motore di ricerca ideale per la SEO local. Infatti, è più geolocalizzato rispetto a Google. Su Google se si cerca un ristorante giapponese a Milano bisogna digitare “ristorante giapponese a Milano” per ottenere il risultato desiderato. Su Yandex, invece, la propria posizione viene rilevata automaticamente dall’indirizzo IP. Quindi, scrivendo semplicemente “ristorante giapponese” si otterrà il risultato desiderato. A fronte della stessa ricerca, quindi, gli utenti provenienti da regioni diverse vedranno risultati diversi. Ciò rende Yandex di gran lunga migliore rispetto a Google nelle ricerche a livello locale ma, d’altro canto, rende più difficile raggiungere target che risiedono in località diverse.

In ogni caso, attraverso alcuni tecnicismi di sistema è possibile associare uno specifico risultato di ricerca ad una o più keywords. In questo modo Yandex suggerirà nella SERP uno specifico sito, a prescindere dalla posizione geografica dalla quale viene è stata effettuata la ricerca.

 

Per assicurarsi che il proprio sito web sia rintracciabile, Yandex Webmaster consiglia di:

– Rendere pubblico il nome e tutte le informazioni riguardanti la propria azienda – indirizzo, numero di telefono, ecc.

– Fare una distinzione delle informazioni in base alla divisione regionale dell’azienda in Russia

– Rendere disponibili le pagine del proprio sito ai robot di Yandex.

 

2. Fare SEO per la Russia con Yandex richiede più tempo

L’ottimizzazione per Yandex è più lenta rispetto a quella per GoogleL’azione del crawler Googlebot è costante e vengono indicizzate nuove pagine di continuo. Infatti, quando si pubblica una nuova URL, si può notare un incremento di traffico in sole 24 ore. L’indicizzazione del motore di ricerca russo viene invece calcolata a un ritmo più lento. Per questo motivo, è necessario attendere del tempo prima di notare dei risultati su Yandex.

Per entrambe le piattaforme, in ogni caso, bisogna pazientare prima di valutare il reale impatto della propria campagna. L’importante è non fermarsi prima che questi risultati siano visibili.

 

3. Usability, User Experience e altri fattori di ranking

Il design del sito, la usability e la user experience rivestono una grande importanza quando si tratta di indicizzare su Yandex. In particolare per le query di natura commerciale. Infatti, Yandex esige una grande qualità per i domini di e-commerce. Ciò significa che bisogna offrire dei moduli di richiesta ben strutturati, filtri per le ricerche calibrati e carrelli facili da usare.

L’approccio alla UX di Google è un po’ diverso. Non richiede nulla di specifico se non fattori relativi alla funzionalità del sito web quali la velocità, l’ottimizzazione per la navigazione da mobile, la struttura del sito e altri aspetti simili. Sebbene tutti questi fattori siano tenuti in considerazione anche da Yandex, il motore di ricerca russo è più interessato alla qualità del servizio offerto.

 

4. Gestire il comportamento degli utenti

Yandex considera di grande importanza il comportamento dell’utente, molto più di Google. Se c’è uno scarso coinvolgimento, la campagna SEO potrebbe risentirne parecchio.

Yandex prende in considerazione le azioni degli utenti anche dopo che hanno abbandonato il tuo sito. Se continuano a navigare su pagine simili, Yandex interpreta questo segnale e attribuisce al tuo sito uno scarso valore, penalizzandone l’indicizzazione.

Inoltre, il motore di ricerca russo punisce severamente i siti che cercano di manipolare il comportamento degli utenti e il loro coinvolgimento. Ad esempio, per commenti fuori tema o per spam.

Il pericolo più grande è nell’utilizzo di software e plugin che simulano il comportamento dell’utente: visite false, conversioni, simulazione di visite interne di pagina in pagina. Yandex può individuare il software e declassare il sito.

 

5. Backlink

I link sono molto importanti per Yandex, ma non sono un aspetto decisivo nell’indicizzazione di un sito. Anche se il motore di ricerca russo tiene comunque in considerazione i link, preferisce comunque dare priorità ai fattori comportamentali e al traffico reale.

Immaginiamo che un sito riceva un backlink da un dominio. Che influenza avrà sull’indicizzazione su Yandex? Come per Google, anche in questo caso è bene avere dei backlink di qualità, ma bisogna posizionarli su piattaforme che possano indirizzare del traffico realmente interessato al proprio sito.

I backlink devono essere creati in maniera naturale. Creare contenuti che siano considerati utili e affidabili significa che i propri utenti saranno ben disposti a “linkarli” e condividerli. Per Yandex, un buon backlink è segno di credibilità e autorevolezza.

 

6. L’autorevolezza di un sito dipende anche dal tempo

Per Yandex più un sito è vecchio, più è autorevole. Per i siti più recenti è più difficile scalare la SERP. In particolare nelle nicchie più competitive come il retail, i servizi legali, il settore farmaceutico e l’e-commerce.

L’età del dominio è quindi molto importante. Un dominio recente incontra diverse difficoltà di ‘indicizzazione su Yandex. Secondo molti webmaster, il colosso russo tiene da parte i siti più recenti. Lo fa per evitare che raggiungano un buon ranking in SERP per almeno uno o due anni.

Che sia vero o falso, è sempre bene cercare un dominio più datato per avvantaggiarsi nella propria strategia SEO. Se vuoi lanciare un nuovo sito su Yandex, l’acquisto di un vecchio dominio darà più credibilità e sarai considerato più affidabile. L’età è un fattore importante, perciò non bisogna scoraggiarsi se un nuovo sito non raggiunge da subito i risultati desiderati.

 

>>LEGGI ANCHE: VENDERE ONLINE IN RUSSIA: LE PRINCIPALI PIATTAFORME E-COMMERCE

 

7. Ottimizzazione On-Page

Come dicevamo, Yandex è molto rigido e meno afferrato rispetto a Google nell’analizzare le specificità di ogni caso. Perciò, Yandex è molto attento al fattore della SEO on-page. Infatti, tende a penalizzare un sito anche per errori meno gravi, ad esempio un errore di digitazione nel codice HTML.

È necessario quindi assicurarsi che il codice e la struttura del sito, i titoli e i metatag, le descrizioni, le metadescrizioni, i contenuti e gli URL siano perfetti. Anche un piccolo errore può abbassare il proprio ranking da 10 a 20 posizioni.

 

8. Contenuti di qualità e anti-spam

La qualità dei contenuti è importante sia per Google che per Yandex, ma il motore di ricerca russo è ben più rigido a riguardo. Come abbiamo detto, Yandex preferisce i contenuti di qualità e penalizza i plagi, lo spam e la sovra-ottimizzazione di un sito. Tuttavia, Yandex non è veloce come Google nell’individuare quando una pagina duplicata aggiunge valore a un sito. Ad esempio, Yandex potrebbe penalizzare il proprio e-commerce se ci si dimentica di nascondere le pagine dinamiche che sono parzialmente simili.

In entrambi i casi sono sempre i contenuti a farla da padroni. Contenuti di qualità e ben ottimizzati possono garantire una buona indicizzazione su Yandex.

 

9. Fattori di indicizzazione commerciale

Uno dei principali criteri per indicizzazione su Yandex è la pertinenza, in particolare nel settore e-commerce. Se si vuole ottimizzare una pagina per vendere un prodotto o un servizio, bisogna considerare i seguenti fattori:

– Keyword chiare e concise

– Aggiungere le keyword nella descrizione di ogni singolo prodotto

– Includere le specifiche del prodotto

– Inserire i commenti e le recensioni dei clienti

– Offrire informazioni di contatti e indirizzi per ogni regione

– Creare backlink che generino traffico reale

10. Il formato degli URL su Yandex

Infine, se Google è a suo agio nell’indicizzare domini scritti in inglese, Yandex non ha rivali nell’operare in lingua russa. Yandex è in grado di comprendere sia i caratteri latini che quelli cirillici, perciò l’URL può essere scritto in entrambe le lingue. Ciò nonostante, utilizzare un URL in caratteri latini sono da preferire.

 

Gli strumenti di monitoraggio

Sebbene gli strumenti offerti da Google siano più sofisticati, Yandex ha dalla sua il vantaggio di  poter contare su un team di assistenza clienti più efficiente. Sono molto brevi i tempi entro cui ricevere una risposta nel caso in cui si dovessero manifestare problemi sul sito.

Per questo motivo, utilizzare Yandex Webmaster (per la Search Engine Optimization) e Metrica (per i flussi di visite al sito) vi permette di monitorare le campagne in atto.

 

>>LEGGI ANCHE: PROGRAMMATIC ADV IN RUSSIA: INSIGHT PER LA DIGITAL STRATEGY DEI VOSTRI BRAND

 

Fare SEO per la Russia: l’importanza della promozione

Per fare SEO per la Russia e promuovere il proprio brand, non si può fare a meno di Yandex. Sebbene esistano alcune differenze con Google, i criteri fondamentali di ottimizzazione sono simili.

Ogni azienda che voglia ampliare il suo mercato internazionalmente, dovrebbe ottimizzare i propri contenuti su piattaforme diverse. Questo vale soprattutto nel caso di Paesi come Russia e Cina.

Infine, bisogna prendere in considerazione gli strumenti locali utili a promuovere efficacemente le campagne avviate su Yandex. Per questo, è essenziale presenziare social media locali, come VKontakte e Odnoklassniki.

 

>>LEGGI ANCHE: SOCIAL NETWORK RUSSIA: LE PIATTAFORME DA PRESIDIARE PER AVERE SUCCESSO

 


 

Vuoi scoprire tutte le novità del digital marketing in Russia nel 2020? Scarica questo report firmato East Media e non perdere l’occasione di scoprire come strutturare al meglio la tua digital strategy.

Vuoi saperne di più? Scarica il report cliccando sull’immagine sotto!

 

Digital marketing Russia 2020

 

Visita il nostro sito e iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato.

Per scoprire quale sia la STRATEGIA di DIGITAL MARKETING più adatta al tuo business contattaci: info@east-media.net