Wildberries (in russo «Вайлдберриз») è il più grande rivenditore online in Russia, essendo ad oggi operativo in ben 19 paesi, tra cui da marzo 2021 anche l’Italia

L’area totale di tutti i paesi in cui l’azienda opera è cresciuta di 1,7 volte rispetto al 2020 e nel 2021 ha raggiunto i 31,4 milioni km2. Il marketplace leader in Russia, oltre all’talia e alla Federazione, vende in paesi come Bielorussia, Kazakistan, Kirghizistan, Armenia, Polonia, Slovacchia, Ucraina e Germania.

Scopri di più sul marketplace leader in Russia

Wildberries è nato nel 2004, grazie a Tatiana Bakalchuk, insegnante di inglese ventottenne a casa per maternità. La donna riscontrò quanto fosse difficile fare acquisti di abbigliamento ed altri prodotti per le mamme che, come lei, erano a casa ad accudire un figlio neonato, soprattutto in un’area dove le condizioni climatiche in certi periodi dell’anno non agevolavano gli spostamenti. Tatiana creò così un primo portale di e-commerce, in seguito perfezionato dal marito Vladislav. I due lasciarono i precedenti lavori e trovarono nella crisi finanziaria della Russia del 2008 le risorse per lo sviluppo dell’azienda.

Secondo i dati dell’agenzia di analisi Data Insight Wildberries è diventato oggi il più grande negozio in Russia di vendite online. Il marketplace si è, infatti, sempre distinto sul mercato dell’e-commerce, ospitando 80.000 brand di vario ordine merceologico e distinguendosi per l’efficienza nelle consegne. Uno dei suoi punti di forza sono i pick-up point, che a differenza di altri marketplace sono stati strutturati come dei veri e propri negozi dotati di camerini di prova. Non stupisce dunque che il 90% degli ordini venga ritirato attraverso i pick-up point, che oltre a essere particolarmente comodi rendono i resi molto veloci.

.—–.–Camerini di Wildberries.comFonte: Wildberries.com

Una curiosità sul marketplace russo è che l’ordine spedito nel punto più lontano della Federazione è stato consegnato a Chukotka: la distanza era di circa 6 mila chilometri dal magazzino. La più grande rotta fuori dalla Russia è stata invece coperta da un ordine che è stato spedito negli Stati Uniti, a oltre 8,6 mila km di distanza.

>> LEGGI ANCHE: E-COMMERCE IN RUSSIA: SEMPRE PIÙ VENDITE ONLINE

2021: un anno di successi per il settore moda su Wildberries

Secondo i dati raccolti nei primi 9 mesi del 2021 le vendite di abbigliamento, calzature e accessori su Wildberries si sono alzate in modo vertiginoso, raggiungendo un valore totale di 224,6 miliardi di rubli, che corrisponde ad un aumento del 49% su base annua. La crescita più dinamica è stata osservata nelle sottocategorie dei cappelli (+90%), degli accessori (+82%) e delle scarpe sportive (+79%).

In generale, nel 2021 si è notata una decisa ripresa per l’industria della moda rispetto al 2020, dovuta soprattutto all’aumento della domanda da parte dei consumatori. Il settore fashion si getta quindi alle spalle l’anno della pandemia e per il 2022 si prepara a un importante rimbalzo non solo in Russia, ma anche a livello mondiale. Lo afferma anche “The State of Fashion 2022“, nell’indagine annuale pubblicata da The Business of Fashion (BoF) e McKinsey & Company. Da notare che secondo il report il digitale rappresenta per il 32% degli intervistati la principale opportunità di crescita nel settore, seguito dalla sostenibilità (12%).

————–.——————- Fonte: Wildberries.com

>> LEGGI ANCHE: FASHION E DIGITAL IN RUSSIA: COME ATTUARE UNA STRATEGIA DI SUCCESSO

I piani per il 2022 per il marketplace leader in Russia

Il capo del servizio stampa del marketplace leader in Russia, Valery Prokopyev, ha spiegato in una recente intervista a FashionUnited i piani dell’azienda per il prossimo anno. L’obiettivo di Wildberries per il 2022 è concentrarsi sullo sviluppo internazionale, investendo nella digitalizzazione dei processi interni dell’azienda e sulle infrastrutture logistiche. Continuerà inoltre ad espandere la sua offerta di prodotti, sviluppando una sempre più stretta cooperazione con imprenditori sia russi che internazionali. Grazie al programma di partnership per l’apertura di punti di ritiro ordini non solo in Russia, ma anche in altri paesi, con comodi stand di montaggio. Così facendo gli imprenditori potranno aumentare ulteriormente le vendite soprattutto nelle categorie di abbigliamento e calzature attraverso Wildberries.com.

Russia: un mercato ricco di opportunità

Approcciarsi ad un Paese complesso come la Russia richiede un’attenta valutazione e strategie mirate in grado di garantire risultati concreti e duraturi.

Innanzitutto per incrementare le vendite e la brand awareness è necessario promuovere la propria azienda. Se si vuole vendere online in Russia, non basta quindi presenziare i marketplace locali. Essenziale è essere attivi sui social media e sui motori di ricerca della Federazione. Diversamente dall’Italia, nella Federazione spesso infatti gli utenti hanno abitudini che si discostano da quelle occidentali. East Media si occupa proprio di questo. Da sempre supporta le aziende del Made in Italy nel processo di internazionalizzazione sui mercati asiatici, mettendo a disposizione la sua conoscenza per un approccio localizzato


Il panorama digitale russo si differenzia notevolmente rispetto a quello occidentale in merito alle piattaforme utilizzate, i motori di ricerca, marketplace e i social network. Di conseguenza, conoscere i vari canali a disposizione, le loro caratteristiche e le potenzialità gioca un ruolo chiave per chi desidera approcciarsi a questo mercato. Le cifre parlano da sole e sono in continua crescita. 

Vuoi scoprire di più su fashion e digital in Russia? Scarica questa guida firmata East Media e non perdere l’occasione di scoprire come strutturare al meglio la tua digital strategy.

Vuoi saperne di più? Scarica la guida cliccando sulla foto!

About Arianna Colombini

Appassionata di lingue e cultura russa, moda e viaggi. Ama scoprire il mondo da più punti di vista, con mente ed occhi aperti.