La Federazione Russa conta ad oggi una popolazione di 145,9 milioni di abitanti e circa 124 milioni tra loro (l’85%) utilizzano internet. I numeri sono cresciuti notevolmente negli ultimi anni. E’ stato infatti registrato, soprattutto in seguito alla pandemia da Covid-19, un forte aumento nell’uso delle piattaforme online. Tra queste hanno rivestito un ruolo importante quelle di messaggistica, come per esempio Telegram. La quale sta acquisendo sempre maggiore rilevanza in stati come la Russia, dove conta ad oggi circa 35 milioni di utenti attivi.

La nascita e la crescita di Telegram 

Telegram è un’applicazione di messaggistica istantanea sviluppata con l’intento di garantire la protezione della privacy degli iscritti. Lanciata nel 2013 dai fratelli Durov, ha visto una crescita molto rapida. Diventando oggi una tra le applicazioni di messaggistica che offrono più possibilità per il business. A differenza di alcuni fra i suoi principali competitor, permette, infatti, di creare canali, gruppi, chat segrete. Fare call, videoconferenze e live streaming e utilizzare i bot, strumenti utilissimi per varie attività.

Le categorie ad oggi più diffuse sulla piattaforma riguardano i seguenti settori: news, tecnologia, film e serie TV, fashion, cucina e viaggi. Sulla base di questi temi uno dei segmenti più popolari è costituito dai “canali Telegram d’autore“, guidati dai cosiddetti opinion leader – personaggi famosi o specialisti in un particolare campo. Le pubblicazioni qui riflettono principalmente gli interessi dei loro creatori e il loro l’indubbio vantaggio è la fedeltà del pubblico. La percentuale di apertura dei link nei canali è, infatti, molto alta.

Esempi di canali sono Aviasales, che offre promozioni aeree e informazioni sulla situazione viaggi e turismo, soprattutto negli ultimi anni. Oppure Design tvoej mechty, che offre consigli nell’ambito dell’arredamento.

>>LEGGI ANCHE: COSA C’È DA SAPERE PER FARE BUSINESS IN RUSSIA – EAST MEDIA

Le funzionalità dell’applicazione di messaggistica one-to-one

Il primo passo per integrare Telegram nella strategia digital di un brand è quello di aprire un canale ufficiale. Permette di creare vere e proprie community online con cui condividere contenuti e coltivare relazioni. Essendo uno strumento di comunicazione one-to-one consente poi di interagire direttamente con l’utente interessato ed è quindi un’ottima alternativa ai classici social media.

Mentre per i brand già conosciuti è bene crearne uno dedicato all’azienda, per le imprese non ancora posizionate sul mercato russo è consigliato creare canali tematici. L’importante, in questo caso, è scegliere un argomento legato alla propria attività e interessante per i potenziali acquirenti. Telegram può così essere un’efficace integrazione nella digital strategy di ogni azienda. 

Quali sono quindi i vantaggi che questa piattaforma di messaggistica e broadcasting one-to-one offre?

– Permette di inviare qualsiasi file entro 1,5 GB: come paragone basti pensare che una registrazione da circa due ore occupa circa 1GB.

– I gruppi standard permettono di chattare contemporaneamente con 200 partecipanti. Ma, qualora ne aveste bisogno è possibile convertire il gruppo in Supergruppo. In questo modo sarà possibile raggiungere fino a 200.000 utenti contemporaneamente.

– L’applicazione ha un API di pubblico dominio per consentire agli sviluppatori di implementare servizi, sviluppare bot, ecc. 

– Presenta una logica broadcast, quindi oltre a gruppi e chat segrete lo strumento permette di gestire anche canali.

– Non sono presenti i limiti che puoi trovare su WhatsApp: con Telegram il telefono può anche essere spento e le chat saranno comunque accessibili da PC senza riscontrare alcun problema.

Telegram e l’importanza della privacy degli utenti

Telegram garantisce il completo anonimato degli utenti. L’azienda non ha infatti modo di conoscerne nome, cognome o numero di telefono. Inoltre, l’app è integrata con il cloud, quindi tutti i file multimediali inviati vengono conservati online. Non sono salvati automaticamente nella memoria locale del dispositivo.

Molto interessanti sono le chat segrete.  Utilizzano una cifratura end-to-end e questo significa che le conversazioni tra i due utenti non vengono salvate sui server cloud di Telegram. Soluzione che aumenta sensibilmente il livello di protezione degli iscritti. Di contro, queste conversazioni non possono essere sincronizzate su altri dispositivi. E sono solo disponibili su client Telegram per dispositivi mobile e non su client desktop o sulla versione web based.

Focus sulle campagne ADV di Telegram

A dicembre 2020, Pavel Durov ha annunciato che Telegram avrebbe lanciato nuove funzionalità a pagamento a partire dal 2021. Secondo il fondatore del servizio di messaggistica, tuttavia, il processo continua ad essere “discreto”. Tutti i servizi esistenti rimangono gratuiti per gli utenti e non sono presenti annunci pubblicitari direttamente nelle chat.

Durov ha dunque deciso di ampliare e migliorare il format di Telegram per offrire funzionalità avanzate alle aziende che lo usano per fare business.  

>>LEGGI ANCHE: IL CONSUMATORE RUSSO E LA TARGETIZZAZIONE

Il social network russo da non sottovalutare per la propria digital strategy

Telegram è uno strumento molto versatile, che se integrato all’interno di una strategia di marketing consente di incrementare il proprio business su diversi fronti. Telegram in chiave business permette quindi di:

– Massimizzare la diffusione dei contenuti.

– Promuovere servizi e prodotti in modo mirato.

– Pubblicizzare l’azienda su un pubblico vasto,

– Implementare le procedure di Customer Care.

– Incrementare la fidelizzazione dei clienti verso il brand.


Telegram nella Federazione è un’ottima strategia, soprattutto per quelle aziende che puntano sui contenuti diretti. È quindi una buona alternativa ai classici social media: uno strumento versatile e diretto per raggiungere più utenti.

Vuoi saperne di più? Scarica il report cliccando sull’immagine sotto!

About Arianna Colombini

Appassionata di lingue e cultura russa, moda e viaggi. Ama scoprire il mondo da più punti di vista, con mente ed occhi aperti.