Realtà aumentata e virtuale: il futuro (prossimo) del marketing in Cina

Come fare marketing per i turisti cinesi
Come fare marketing per i turisti cinesi?
15 marzo 2017
social media marketing in Cina
L’importanza del social media marketing in Cina
23 marzo 2017
Show all

Realtà aumentata e virtuale: il futuro (prossimo) del marketing in Cina

Realtà aumentata e virtuale sono il futuro del marketing. Un futuro molto prossimo, considerato che in Cina sono sempre più i brand che ricorrono a queste tecnologie per coinvolgere i consumatori.

Stando alla ricerca “China VR Industry Report 2016” realizzata da iResearch, nel 2016 il mercato dei visori per la realtà virtuale ha generato un fatturato di 115 milioni di euro. Oggi in Cina si conta l’utilizzo di 1,4 milioni di visori, ma questo dato dovrebbe crescere a 7,8 milioni entro il 2018. Gli utenti usano i visori per la realtà virtuale principalmente per guardare video e giocare, ma la loro applicazione si sta estendendo in settori come quello dell’educazione e del commercio.

Le applicazioni di realtà virtuale e realtà aumentata sono molteplici in accordo alle diverse strategie marketing. Principalmente la realtà virtuale viene utilizzata nel settore del turismo e dell’automotive per far vivere all’utente l’esperienza di una meta lontana oppure farlo a salire a bordo di un’auto.

Non un semplice “gioco” per intrattenere i propri clienti, un’attenta strategia di marketing che ricorra alla realtà virtuale come a quella aumentata permette alle aziende di sviluppare uno story telling interattivo e far vivere esperienze in accordo al proprio audience.

Per non generare confusione è bene chiarire subito quali sono le differenze tra realtà virtuale e realtà aumentata, dato che sono due tecnologie differenti. Semplificando, con la realtà virtuale l’utente viene immerso in un mondo ricostruito al computer. Nella realtà aumentata, invece, continua a vivere l’ambiente naturale ma riceve informazioni aggiuntive.

Realtà virtuale: una rivoluzione per i negozi

Già oggi in Cina non mancano esempi legati al mondo del fashion. Per esempio, Dior e Tommy Hilfinger hanno dotato i propri negozi di visori per la realtà virtuale in modo da far vivere delle esperienze ai propri clienti, come ritrovarsi in prima fila durante una sfilata di moda o un esclusivo evento.

La realtà virtuale è una tecnologia che sta già sperimentando con successo anche il gruppo Alibaba che ha lanciato Buy+. Si tratta di una nuova piattaforma e-commerce basata sulla realtà virtuale dove gli utenti possono vedere, provare e acquistare direttamente i prodotti, come mostra il video di seguito.

La portata rivoluzionaria della realtà virtuale non è da sottovalutare. Se da un punto di vista marketing apre a nuovi scenari, da quello commerciale cambia le regole del gioco permettendo alle aziende di raggiungere i consumatori cinesi anche se non sono presenti in Cina con un vero e proprio negozio fisico.

Realtà aumentata: non solo informazioni in più

A tutti gli effetti la realtà aumentata permette di fornire maggiori informazioni attraverso il proprio smartphone creando un collegamento diretto tra mondo online e offline. Semplificando, la si può considerare un’evoluzione dei QR code, il cui utilizzo è molto diffuso in Cina. Ovvero di particolari codici solitamente stampati su giornali, magazine e cartelloni pubblicitari che permettono di accedere direttamente a una pagina online per avere maggiori informazioni, se fotografati con uno smartphone. Esistono diverse app per la loro lettura, ma gli utenti cinesi utilizzano quella nativa di WeChat.

In realtà, grazie a questa tecnologia, si possono creare dei veri e propri giochi che indirizzino i consumatori. Per esempio, in occasione del Single’s Day di Tmall, il gruppo Alibaba ha utilizzato la realtà aumentata per guidare gli utenti verso determinati punti vendita. Circa 30.000 negozi in tutta la Cina hanno aderito al gioco “Catch a Tmall Cat” e oltre 70 milioni di persone hanno partecipato con il proprio smartphone, generando oltre 1,7 miliardi di interazioni.

Nel video è mostrata per esempio la campagna “Catch a Tmall Cat” realizzata per i ristoranti KFC. Come nel gioco “Pokemon Go” gli utenti devono seguire e catturare il gatto di TMall. Una volta catturato nel ristorante, è possibile vincere un menù famiglia oppure avere un prezzo scontato attraverso uno speciale codice a barre.

Realtà aumentata e virtuale: sarà il presente dei millennials

Realtà aumentata e realtà virtuale sono uno strumento di connessione che aumentano l’interazione tra prodotto e consumatore. Due tecnologie fondamentali per tutte le applicazioni di marketing emozionale che avranno sempre più appeal in futuro, specialmente verso la generazione di millennials.

Utenti già abituati a relazionarsi con i brand in un ambiente digitale attraverso social network e app. Ragione per cui ogni strategia di digital marketing in Cina non può prescindere da un attento utilizzo delle principali piattaforme cinesi come WeChat e Weibo, in accordo al target di riferimento e al tipo messaggio che si vuole veicolare.

>>Vuoi saperne di più su come entrare e vendere in Cina? 

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. 

Per informazioni scrivici e ti contatteremo in brevissimo tempo. LA CINA E’ VICINA… –>  info@east-media.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

//]]>