Se volete investire sul mercato digitale nella Federazione, il web listening è uno strumento che fa per la vostra azienda. Sia che non conosciate ancora lo scenario russo sia che non riusciate a ottenere i risultati sperati, è un alleato che può esservi utile. Al giorno d’oggi, è inevitabile monitorare l’andamento delle campagne adv e persino le conversazioni sul proprio brand su Internet. Solo così si può comprendere come venga percepita un’azienda in un mercato che si differenzia dal nostro. In questo modo, chiunque è in grado di attuare dei cambiamenti per implementare al meglio la propria digital strategy.

Il web listening – o web monitoring – consiste in piattaforme capaci di “ascoltare il web“, ovvero tracciare ciò che gli utenti online pensano di un’azienda e dei suoi prodotti. Questo è possibile raccogliendo sui siti web, social media o in TV conversazioni – positive o negative – riguardanti il brand. Inoltre, è possibile intercettare anche contenuti visivi, come immagini o loghi. Di che genere di dati si tratta? Di informazioni sul nome del brand, sui prodotti e i servizi lanciati, sulla percezione che la audience ha del brand, e così via. Ovvero, tutto ciò che può aiutare un’azienda a lanciare un nuovo prodotto sul mercato russo. Vediamo, allora, di cosa si tratta e come sfruttare questo mezzo.

 

>>LEGGI ANCHE: CORONAVIRUS IN RUSSIA: COME FARSI NOTARE? BASTANO POCHI SEMPLICI PASSI!

 

Perché è importante utilizzare il web listening?

Il web listening non è utile solo per le imprese che iniziano ad approcciare il mercato digitale in Russia. È ancora più importante per le aziende già presenti sul territorio, che vogliono scoprire come sono percepiti dai consumatori locali. Così, si può scoprire se il prodotto piace al cliente, chi ne è davvero interessato e quali sono per la clientela locale i pregi e difetti di ciò che si vende.

Esso è uno dei principali strumenti per monitorare la brand reputation su un mercato diverso da quello italiano. Perché è importante utilizzarlo?

– Permette ai brand di comprendere le dinamiche della comunicazione virtuale e i punti di vista dei clienti.

– Rende possibile intercettare i bisogni dei clienti, quindi di ricalibrare l’offerta per il mercato di riferimento.

– Permette di raccogliere sia commenti positivi che negativi. In questo modo, si possono individuare e gestire per tempo eventuali malumori legati a un’azione del brand.

Previene le critiche, se si implementa nel modo corretto.

In sintesi, è uno strumento che affianca le aziende nel mercato estero. Permette ai brand di investire efficacemente il proprio budget, calibrandolo sulle necessità della audience locale.

 

In che modo utilizzarlo?

Il web listening offre diverse possibilità di utilizzo. Innanzitutto, possono usufruirne le aziende che si devono ancora inserire sul mercato russo. In questo modo, è possibile scoprire gli insight dei brand concorrenti e adattare conseguentemente la propria strategia. Ma può essere utilizzato anche da chi, già presente sul territorio, vuole analizzare le proprie campagne. Ad esempio, grazie agli algoritmi di machine learning i provider sono in grado di capire il tone of voice delle conversazioni su un determinato argomento. Così si può scoprire facilmente se il brand e i suoi prodotti piacciono e provocano entusiasmo negli utenti.

 

tone of voice web listening

Analitica del provider Medialogia relativa al tone of voice delle conversazioni su Tinkoff Bank
(Giallo: tono neutrale; Rosso: tono negativo; Blu: tono positivo)

 

Un altro dato importante reperibile grazie al web monitoring è la lista delle piattaforme digital dove viene citato il brand di riferimento. È questa un’informazione rilevante per le aziende perché i provider hanno accesso a migliaia di siti web, compresi blog e pagine social, come VKontakte od Odnoklassniki. Una volta scoperta la piattaforma maggiormente utilizzata dal target per parlare di voi, diventa poi semplice decidere dove investire il proprio budget adv. Nel caso in cui, invece, ci siano già delle campagne in corso, questo strumento può essere usato per valutarne l’efficacia.

Infine, attraverso queste piattaforme è anche possibile trovare soggetti interessati ad un’azienda, come gli influencer. E nel caso in cui questi abbiano un bacino di follower esteso, si può considerare di coinvolgerli nella propria comunicazione. Non dimentichiamoci che, in questo momento, sono proprio loro a influenzare maggiormente la audience.

 

Influencer web listening

Analitica del provider YouScan relativa alle immagini in cui viene citato un prodotto

 

La forza del web listening? Le analytics

Tra i pregi di questi provider, vi sono le analytics che forniscono. Esse danno la possibilità di analizzare la percezione dell’azienda. Non soltanto quella attuale, ma anche quella degli anni passati. Così, permettono di confrontare i risultati delle strategie adottate nel tempo.

Uniformandosi alle necessità di questi tempi sul web, i report possono essere scaricati in diversi formati. Oltre a ciò, ogni utente può scegliere in autonomia quali informazioni consultare. Si possono quindi ricevere dati demografici e geografici dell’audience, ma anche relativi al tono delle conversazioni sull’azienda. Una delle feature più interessanti è senz’altro la “nuvola di parole”. Essa consiste in una serie di parole che vengono maggiormente associate al brand. Ma non preoccupatevi, se ci sono parole non rilevanti o spam si possono facilmente eliminare.

 

Nuvola parole web listening

Nuvola di parole del provider Medialogia riferita a Tinkoff Bank

 

>>LEGGI ANCHE: NUOVA LEGGE RUSSA SULL'”INTERNET SOVRANO”: INSIGHT PER IL DIGITAL MARKETING

 

Le piattaforme di web listening in Russia

Le piattaforme che offrono questo servizio sono molteplici, sia internazionali che non. Ma quando si parla di Runet – la rete web in lingua russa – è preferibile affidarsi a player locali. Di conseguenza, abbiamo individuato delle piattaforme che forniscono questo servizio ottimizzato per il target russo. Tra queste, vi sono YouScan, Brand Analytics, Medialogia e IQ Buzz. Ognuna presenta le sue peculiarità. Ad esempio, si differenziano per i siti a cui possono accedere, per la user experience o per le analytics fornite. Oltre a ciò, solitamente questi provider forniscono dei piani di abbonamento. Quindi il consiglio è di valutare il fornitore a seconda del settore in cui si opera e delle necessità. Noi di East Media possiamo affiancarvi nella scelta e gestione del servizio e nella traduzione dei report in italiano o inglese.

 

>>LEGGI ANCHE: 5 ERRORI COMUNI DELLE CAMPAGNE DIGITALI IN RUSSIA

 

Web listening: un’opportunità per la propria azienda

Ascoltare e monitorare ciò che ci circonda è complicato. Nel rumore di Internet, il saper individuare le notizie che interessano l’azienda richiede competenza. Però, non ascoltare spesso significa perdere opportunità di investimento. Ecco perché le piattaforme di web listening sono dalla vostra. Perché vi aiutano a comprendere come e dove muovervi su un territorio poco conosciuto come quello della rete russa. Essa, infatti, è caratterizzata da lingua, cultura e costumi lontani dai nostri. Per il mercato della Federazione, quindi, è questo uno strumento fondamentale per reperire preziose informazioni.

 


 

Per mantenere alto l’engagement con i consumatori russi e i potenziali tali, è sempre bene continuare a farsi sentire. Da una parte si possono sfruttare tutta una serie di strategie di comunicazione. Dall’altra, invece, sfruttare i banner adv per arrivare per arrivare al cuore del target.

Vuoi saperne di più? Visita la pagina:

 

banner dv russia

 

Visita il nostro sito e iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato.

Per scoprire quale sia la STRATEGIA di DIGITAL MARKETING più adatta al tuo business contattaci: info@east-media.net

About Federica Dileo

Appassionata di letteratura e musica dei generi più svariati. Il suo amore nei confronti della Russia risale al primo romanzo di Dostoevskij che ha letto: Memorie dal sottosuolo.