Digital Marketing in Russia: 5 accorgimenti per avere successo

Lo scorso 25 ottobre si è tenuto il workshop “Digital Marketing in Russia” organizzato da Federlegno. Un evento durante il quale East Media ha spiegato quali sono le strategie digital da mettere in campo per raggiungere i potenziali consumatori russi. Per chi non avesse avuto la possibilità di partecipare all’evento, presentiamo in pillole i punti salienti che sono stati toccati.

Quelli che vi proponiamo di seguito sono consigli che possono tornare utili sia per il mondo B2B che B2C. Con lo sviluppo del web advertising e i social media è cambiato anche il tradizionale paradigma della comunicazione, diminuendo la divisione relativa alla comunicazione B2B e B2C, sostituendolo con il modello P2P (Person to Person).

 digital marketing in Russia

 

Perché il digital marketing in Russia è importante?

Durante la crisi in Russia, iniziata nel 2014, il marketing digitale è cresciuto del 55%; in quanto considerato il canale più economico ed efficace rispetto alla pubblicità offline. Il basso costo del contatto, targeting preciso e la possibilità di intervenire e gestire la campagna pubblicitaria hanno reso il web advertising lo strumento ideale in tempi di crisi.

 1.Sito web tradotto in russo

digital marketing in RussiaPare ormai scontata l’idea di dover avere il sito web tradotto in lingua del paese con il quale ci si interfaccia. Eppure dopo aver analizzato i siti di 280 aziende italiane che hanno partecipato quest’anno al Salone del Mobile a Mosca, abbiamo notato che solo il 31% aveva il sito tradotto in russo e in modo professionale. Addirittura, il 64% delle aziende che intrattiene rapporti commerciali con la Russia, non ha il sito tradotto in lingua russa. Questo rappresenta un grande handicap per l’azienda, considerando che su 147 milioni di abitanti russi, solo il 14% parla inglese. Quindi rivolgersi all’utente in lingua madre è una condizione imprescindibile per poter comunicare. Ricordiamoci la famosa massima di Nelson Mandela: «Se parli a un uomo in una lingua che conosce, colpirai la sua mente. Se gli parlerai nella sua lingua, catturerai il suo cuore

 

Leggi anche: La check list per il Salone del Mobile a Mosca

 

2.Ottimizzazione sito per dispositivi mobile

digital marketing in RussiaSu 147 milioni di abitanti russi l’80% usa internet, il 62% naviga tramite smartphone e il 46% usa i social media.  91,4 milioni di russi utilizzano lo smartphone per navigare sul web, il che vuol dire che il sito internet deve essere ottimizzato per i dispositivi mobile. Ma il 40% dei siti da noi analizzati non lo è. Caricamento lento, errori nell’accesso al sito, testi non ottimizzati per la lettura dal mobile, eccessivo uso di pubblicità, improvvisi spostamenti nella pagina sono tutti difetti che peggiorano notevolmente la percezione del vostro sito e, di conseguenza, della vostra azienda.

Un aspetto importantissimo per il digital marketing in Russia sono i tempi di attesa del caricamento del sito. Il 47% abbandona il sito se non viene caricato entro i 3 secondi, il 30% aspetta non più di 6-10 secondi prima di tornare al motore di ricerca. Di conseguenza, circa l’80% non aprirà il sito nuovamente.

 3.Posizionamento su Yandex e Google.ru

Il SEO è uno dei pilastri del digital marketing in Russia! Ecco le condizioni necessarie per un buon posizionamento organico sui motori di ricerca russi: posizionamento ai vertici dei risultati dei motori di ricerca (autorità dominio), traduzione sito in russo (per Yandex è obbligatorio), contenuti originali e pertinenti, la quantità giusta di parole chiave nel testo (NO keyword stuffing), utilizzo del link building organico, ottimizzazione del sito per il mobile e geolocalizzazione.

digital marketing in Russia
Molti utenti russi cercano un brand digitando le parole chiave in cirillico, quindi per non perdere la maggior parte del vostro target, l’ottimizzazione del sito, per i motori di ricerca russi, è fondamentale.

 

Leggi anche: Kiton sceglie Triboo East Media per il lancio della nuova collezione in Cina

 

4.Customer care dedicato

Quando nel 2014, a seguito della svalutazione del rublo, in Russia è iniziata la crisi, per molti imprenditori l’unico modo per resistere e rimanere competitivi è stato lo straordinario sviluppo del Customer Care. I clienti si sono abituati a questo fin da subito e, ormai, si aspettano un altissimo livello di servizio da tutti i loro fornitori. Infatti spesso i russi, che lavorano con le aziende italiane, si lamentano per il basso livello del Customer Care (nonostante il prezzo alto del prodotto), della sua inefficienza e lunghi tempi di attesa.

digital marketing in RussiaQui ci limitiamo solo ai consigli per ottimizzare il Customer Care relativo al digital marketing in Russia. Vi consigliamo di caricare sempre il catalogo e il listino prezzi aggiornati (anche se solo per gli utenti autorizzati). Sul vostro sito ci devono essere le icone dei vostri social, elenco negozi o/e distributori. Ovviamente, tutti i vostri contatti devono essere chiari e facili da trovare sul sito. Ma ancor più importante la vostra velocità di reazione alle richieste dei clienti.

Nel corso del nostro piccolo esperimento abbiamo contattato a caso alcune aziende che quest’anno hanno partecipato al Salone del Mobile a Mosca, scrivendo in inglese all’indirizzo email preso dal sito e fingendoci clienti russi. Solo il 18% delle aziende ci ha risposto durante le 24 ore; 44% ci ha messo fino 7 giorni; dal 25% delle aziende contattate non abbiamo ricevuto nessun riscontro. Questo esempio dimostra come, pur avendo a disposizione degli strumenti di comunicazione base, e non vengano utilizzati.

Velocità e rapporto di fiducia

Il cliente russo di oggi è molto impegnato, ha diverse fonti di distrazione, oramai funziona in modalità ‘multitasking’. L’utente russo vuole sempre più ottimizzare il tempo per la ricerca; non si fida molto delle informazioni acquisite sul web, ed è per questo motivo che il sito aziendale deve fornire la maggior parte delle informazioni a lui necessarie. Ad esempio partner e rivenditori ufficiali per farlo sentire “al sicuro” e per dimostrare che l’azienda si prende cura di lui.

Se il cliente vi contatta tramite il web, egli si aspetta una risposta veloce – il tempo di attesa non deve superare le 24 ore.

digital marketing in Russia

Il 48% degli utenti è incline a comprare da un fornitore che gli fornisce una risposta veloce. E’ importante essere altrettanto efficaci rispondendo al telefono, via mail o chat, dato che in Russia sussistono 11 fusi orari, i clienti dalle regioni lontane sono sempre più propensi a scrivere piuttosto che chiamare.

Per riassumere, il cliente russo è esigente e ama essere coccolato più del cliente europeo. In un mercato saturo di brand e con un altissimo livello di competizione, il cliente è pronto a cambiare fornitore se non è soddisfatto del suo servizio anche se è soddisfatto del prodotto.

Quindi attenzione al Customer Care, oggi è tutto!

5.Utilizzo attivo dei social russi

I social media sono uno degli strumenti principali del digital marketing in Russia come in tutto il resto del mondo. Tra le 280 aziende italiane analizzate nella nostra indagine, 193 hanno un account su Instagram, mentre solo 136 hanno un link diretto sullo stesso social e 203 aziende hanno link diretto alla propria pagina Facebook.

Per quanto riguarda la Russia, leader tra i social network è la piattaforma locale VKontakte, che viene usato dal 61% degli utenti. Seguono Facebook (36%) e Instagram (31%). Mensilmente VK viene utilizzato da 37 milioni di persone, Facebook e Instagram – da 22 milioni di persone circa, anche se la popolarità di Instagram in Runet cresce in modo esponenziale. E’ importante sapere che Instagram è un social femminile per eccellenza, visto che il 70% dei suoi utenti in Russia sono le donne. Quasi 6 milioni degli utenti di Instagram risiedono a Mosca, 1,5 milioni a San Pietroburgo. Quindi il suo utilizzo è circoscritto essenzialmente a due aree metropolitane.

digital marketing in RussiaPer avvicinarsi al consumatore russo, consigliamo di creare una pagina dedicata alla Russia, con testi e hashtag in lingua: questo vi aiuterà a farvi trovare più facilmente e coinvolgere meglio l’utente nel mondo del brand. Rendete attiva la vostra comunicazione in modo da stimolare l’engagement. Indicate i riferimenti dei distributori locali. Per sviluppare la brand awareness collaborate con influencer locali. Non dimenticate di seguire i designer russi, questo vi porterà la pubblicità passiva. Quanto a VKontakte, la sua interfaccia e funzionalità sono simili a quelli di Facebook, quindi intuitivamente risulta abbastanza facile da utilizzare, per un utente europeo. Anche se si presume che Instagram sia la migliore piattaforma per i prodotti fashion e design; non bisogna dimenticare che il potenziale cliente con il maggior potere d’acquisto, preferisce VK (88%) a Instagram (56%).

Conclusione

Anche nel digital marketing in Russia, il principio Omnichannel sta sostituendo sempre di più quello di “Multicanalità”. L’approccio Omnichannel deve accrescere l’integrità e la coordinazione della “user experience”. Il vantaggio principale sta nella capacità di garantire l’interazione tra tutti i canali di vendita, per esempio lo smartphone, il computer, i social media e i canali offline (negozio fisico, showroom).

digital marketing in RussiaQuesto approccio aiuta ad acquisire tutte le informazioni sul cliente, garantendogli un servizio sempre più personalizzato e nello stesso tempo, creare un database di qualità e dettagliato. Il cliente, in questa maniera, potrà ottenere un accesso coerente con il proprio profilo ai prodotti dell’azienda e, quest’ultima, potrà gestire al meglio le necessità del cliente stesso.

Perché è importante anche nel mondo B2B?

Perché conoscere il cliente aiuta a costruire un rapporto reciproco di fiducia e, il risultato logico della fidelizzazione del cliente e del miglioramento della user experience, porta alla crescita delle vendite!

Leggi anche: Single Day 2018 in Cina