Il mercato cinese a volte può sembrare irraggiungibile. Oltre alla lontanaza geografica si aggiunge anche quella culturale e linguistica. Come fare oggi per accorciare queste distanze?

La creazione di una strategia digital è sicuramente il primo passo per accorciare le distanze. Poichè in un mercato vasto come quello cinese gli strumenti digitali possono permetterci di entrare nel mercato in maniera più diretta. In questo modo vi farete conoscere dai consumatori e potrete vendere i vostri prodotti. 

Ecco a voi gli step che vi permetteranno di iniziare col piede giusto!

>>LEGGI ANCHE: ADATTARE IL NAMING IN CINA: IL PRIMO PASSO DI UNA STRATEGIA LOCALIZZATA

La Cina è online: ecco perchè una strategia digital è fondamentale

Gli utenti internet in Cina sono circa 854 milioni, su una popolazione di 1,44 miliardi di persone. I consumatori cinesi hanno ormai maturato un metodo di acquisto sempre più veloce. Si rivolgono prevalentemente all’online e pagano con un solo click.
Internet costituisce, dunque, la strada preferenziale per arrivare nel mercato cinese. Il tradizionale approccio go to market (nonchè un particolare tipo di approccio al mercato) potrebbe risultare dispendioso in termini economici e di tempo. Inoltre, sarebbe difficile colpire tutte le fasce di utenti interessati al prodotto. Per non parlare dei buyers, che ormai si concentrano sul mercato digitale. Ecco perché è necessario, ora più che mai, investire sullo sviluppo di strategie digitali.

Con la strategia digital il reach di nuovi clienti è sempre più ampio (circa centinaia di milioni di utenti). È necessario però, conoscere i giusti mezzi e adottare una strategia di ingresso ottimale. 

Vediamo quali sono le principali strategie digital da cui partire:

>>LEGGI ANCHE: VENDITE ONLINE IN CINA: I TREND 2020 DA TENERE D’OCCHIO – EAST MEDIA

Come iniziare: fai spiccare il tuo brand su Baidu 

Inserisci il tuo brand su Baidu per una corretta strategia digital

Baidu è l’equivalente cinese del nostro fidato Google. Qualsiasi sia il dubbio che ci affligge, Baidu (come Google) avrà la risposta. Baidu è al momento al 4° posto nella classifica globale dei siti Internet più grandi (Fonte: Alexa Internet). È attualmente la prima fonte online affidabile in Cina ed essere presenti su Baidu è fondamentale per ottenere la giusta credibilità. Inserirsi sul motore di ricerca non è però cosi facile, la strategia SEO cinese risponde a logiche differenti rispetto a quella di Google. Alcune informazioni potrebbero non essere pubblicate a causa delle restrizioni del governo cinese. La raccomandazione, quindi, è quella di individuare il settore in cui operi, includere le giuste keywords, studiare i competitors e molto altro. Fai molta attenzione a queste indicazioni e capisci quali sono le strategie più efficaci da utilizzare.

>>LEGGI ANCHE: 5 REGOLE PER LE STRATEGIE SEM E SEO SU BAIDU, IL MOTORE DI RICERCA CINESE

Rendi la tua strategia adatta allo smartphone: scopri cos’è l’M-commerce

strategia digital nel mercato m-commerce

Circa 1,6 miliardi di Internet users in Cina navigano da cellulare. Il PC è ormai in largo disuso o usato soltanto in ufficio. Per questo motivo, è necessario sviluppare una strategia digital adatta allo smartphone. Il primo passo è assicurarsi che il sito web sia responsive, cioè in grado di adattarsi graficamente in modo automatico al dispositivo dal quale viene visualizzato. Ricorda, quindi, di sviluppare un sito adatto alla visualizzazione da cellulare, o ancora meglio, un’App o un mini-program su WeChat.

È fondamentale per i brand Made in Italy iscriversi ai principali social media cinesi. Infatti, possiamo notare come gran parte dei marchi famosi italiani siano molto seguiti dai fan cinesi. Ti consigliamo di prendere spunto da loro! Quindi iscriviti alle App social cinesi, scegli il tuo target audience e crea un rapporto di fiducia con i tuoi seguaci.

Per finire, non dimentichiamoci le piattaforme di vendita. Questo utilizzo pervasivo dello smartphone ha dato vita al cosiddetto M-commerce, cioè l’e-commerce da mobile. È importante, dunque, conoscere ed attuare una strategia di M-commerce. Inizia con l’iscrizione ed il posizionamento sulle App cinesi più importanti, come Tmall, Alipay, WeChat ecc.

>>LEGGI ANCHE: MOBILE MARKETING IN CINA: LE 10 APP CINESI PIÙ DIFFUSE

Accedi al mercato cinese con il cross-border e-commerce

Conoscere i marketplace cinesi è fondamentale per attuare una strategia di marketing digitale. Specialmente le piattaforme cross-border che favoriscono la vendita di prodotti locali in un mercato straniero, spendendoli direttamente dal paese d’origine. Tmall global, Kaola, JD Worldwide e Sell In-To China sono solo alcune delle piattaforme che consentono l’e-commerce cross-border.

>>LEGGI ANCHE: COME VENDERE ONLINE IN CINA: 10 PIATTAFORME PER DISTRIBUIRE I TUOI PRODOTTI

Il commercio cross-border viene fortemente incentivato dal governo cinese. Consentendo ai consumatori cinesi di acquistare prodotti occidentali di qualità, certificata dalla presenza del brand sui canali ufficiali. 

Non dimenticare che sull’Internet cinese, come nella vita reale, quel che è importante per essere apprezzati è la reputazione. Su internet si parla di E-reputation: la reputazione sul web. Bisogna rispettare però alcune linee guida: avere dei feedback positivi e postare contenuti di alta qualità. Così come essere presenti ed attivi sui social e pensare a promozioni speciali per i followers.

>>LEGGI ANCHE: CINA: I 7 TREND DELL’E-COMMERCE NEL 2020 DA NON FARSI SCAPPARE

Focalizzati sui social commerce nella tua strategia digital

Tmall WeChat Douyin

Il social commerce è il nuovo modo di acquistare prodotti direttamente dai social network

In Cina l’addizione vita quotidiana + Internet ha un solo risultato: il social commerce. Sappiamo bene che nella Terra di Mezzo ‘’più è meglio’’, ed ecco perché in un unico programma è racchiuso un mondo: interazioni, connessioni e vendite. Uno dei principali player di social commerce è WeChat, con 1.2 mld di users nel 2020. WeChat è marketplace, app di messaggistica, blog e molto altro.
Adesso più che mai la strategia digital di un’azienda occidentale deve focalizzarsi sul canale WeChat. E così, sviluppare un profilo business, creare un mini-program, offrire sconti per stabilire la propria brand awareness diventano azioni fondamentali per entrare nel mercato del Dragone. 

>>LEGGI ANCHE: VENDERE CON WECHAT IN CINA: SOLUZIONI SU MISURA PER I BRAND

Ma il mondo dei social commerce in Cina non si ferma a WeChat. Stiamo assistendo alla crescita di molte altre piattaforme di questo tipo. Ad esempio Douyin e Little Red Book. Si tratta di social network accattivanti che coinvolgono l’utente in un’esperienza divertente e giocosa finalizzata allo shopping.

Scegli la strategia digital come soluzione sempre più valida 

Abbiamo visto che entrare in Cina con una strategia digital si conferma la scelta migliore nel 2020. Adesso più che mai la conoscenza delle piattaforme online offre tantissimi vantagi, aiutandoti a far approdare il tuo brand in Cina. Potrai entrare nei social più famosi, comunicare con i tuoi fan, fidelizzare i clienti e massimizzare le vendite. Nel 2019 i consumatori che hanno acquistato beni online sono circa 1 miliardo

Che aspetti, preparati a sbarcare online nel Paese del Dragone!


Scarica l’estratto realizzato da East Media per l’XI Rapporto Annuale della Fondazione Italia Cina dedicato al Digital Marketing nella Terra di Mezzo! Al suo interno troverai tutto ciò che serve per iniziare a conoscere il panorama digitale cinese ed elaborare una strategia vincente per il tuo brand.

Clicca sull’immagine qui sotto!

Millennial e Gen Zers

Visita il nostro sito e iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato.

Per scoprire quale sia la STRATEGIA di DIGITAL MARKETING più adatta al tuo business contattaci: info@east-media.net