Expo, trampolino di lancio del turismo cinese in Italia

Expo, Italia e Corea
15 maggio 2015
Cina, sicurezza alimentare : la nuova legge
21 maggio 2015
Show all

Expo, trampolino di lancio del turismo cinese in Italia

A Milano in occasione di Expo 2015 sono previsti in arrivo numeri record di turisti, in particolar modo dalla Cina: le stime parlano di almeno un milione di arrivi dall’Oriente.

turisti-cinesi-a-Milano

A Milano in occasione di Expo 2015 sono previsti in arrivo numeri record di turisti, in particolar modo dalla Cina: le stime parlano di almeno un milione di arrivi dall’Oriente.

turisti-cinesi-a-Milano

Già negli scorsi anni il turismo cinese in Italia ha visto un forte incremento: solo nel 2014 si è registrato un aumento del 11% secondo i dati dell’ambasciata cinese in Italia, e la cifra è destinata a crescere nel periodo di Expo. Come tutte le grandi manifestazioni mondiali, i cinesi amano Expo, non per nulla il Governo ha investito molto sull’evento.  Molti verranno per business, per conoscere, prendere contatti, trovare stimoli ed alleanze. Molti ancora verranno per turismo. Piu’ del 2014, meno del 2016.

Si’ perche’ l’Italia risulta una delle mete preferite dai turisti cinesi: in un’indagine condotta dal gruppo alberghiero IHG sono le classiche Milano, Firenze, Venezia e Roma, le preferite dai turisti cinesi ma un flusso sempre maggiore sceglie di scoprire le provincie italiane (ottimi esempi sono Vicenza e Rimini).

Le previsioni elaborate mostrano inoltre che l’Italia avrà nei prossimi anni il più alto incremento di turisti cinesi in arrivo (considerati viaggiatori top spender), comparendo come una delle 10 top destinazioni scelte. Questo trend è destinato a rimanere costante fino al 2023.

Top 10 destinazioni del turismo cinese nei prossimi anni
grafico turismo cina

Consideriamo inoltre che, entro il 2023, la Cina è destinata a diventare il più grande mercato d’origine di viaggiatori, superando gli Stati Uniti, la Germania e il Regno Unito: una forza globale in forte espansione che considera l’Italia come una delle mete preferite per le vacanze.

Il turismo cinese rappresenta pertanto una grande opportunità per il settore del turismo italiano; le aziende e le strutture ricettive devono però saper cogliere questa occasione, preparandosi ad accogliere i viaggiatori dall’Oriente nella maniera più adeguata.

Spesso infatti le strutture non sono pronte ad accogliere i turisti cinesi: siti web non tradotti e non indicizzati nei motori di ricerca e social network locali (in Cina non è possibile usare Google, Facebook e Twitter ma ne usano altri come Baidu o Sina Weibo), mancanza di personale che conosce la lingua, scarsa conoscenza delle culture asiatiche.

La maggior parte dei turisti cinesi sono giovani (meno di 35 anni) e utilizzano in larga misura dispositivi mobili e internet: in Cina sono infatti 649 milioni le persone che accedono al web, l’86% di loro lo fa da smartphone. I viaggiatori dall’Oriente si aspettano di trovare notizie e spiegazioni nella propria lingua e nei canali che conoscono e dove sono abituati a ricercare e scambiarsi informazioni.

E’ importante quindi saper comunicare nel modo giusto ai turisti cinesi in arrivo, il cui numero è destinato a crescere nei prossimi anni, anche dopo Expo.

Perche’ di fatto Expo 2015 e’ un inizio, una partenza per far vedere cio’ che di bello il nostro Paese e’ capace di fare e proporre. Tanti cinesi arriveranno per la prima volta in Italia, e’ importante che siano accolti nel migliore dei modi, per fare business subito o creare le migliori condizioni perche’ tornino, magari con altri al seguito.

Per capire come comunicare al meglio con i turisti cinesi, clicca QUI.

Emanuele Vitali

(fonte: Wired, NY Times)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

//]]>