Back To News

Anche nel 2018 Vkontakte si riconferma essere il social network più popolare in Russia.

I numeri parlano chiaro: gli utenti attivi sono 70 milioni, più del 43% della popolazione russa con età compresa tra i 12 ai 64 anni utilizza Vkontakte ogni giorno, e ben 7 utenti su dieci sono attivi mensilmente. Per avere un termine di paragone, il “solito” Facebook viene utilizzato giornalmente solo da circa il 10% (il 43% mensilmente) della popolazione russa. Un po’ meglio Instagram, con una penetrazione del 17%. Che VK sia il social network più popolare in Russia lo si evince anche dal tempo di utilizzo. In media, gli utenti russi passano su VKontakte 29 minuti al giorno da mobile (27 minuti da pc). Instagram si ferma a 14 minuti e Facebook capitalizza solo 7 minuti.

Vkontakte non ha distinzione di genere

Vkontakte VS altri social in RussiaVKontakte è un social network trasversale. Se analizziamo l’utente dal punto di vista del genere, si ha una suddivisione quasi uguale tra donne (52%) e uomini (48%). Questi sono aspetti non secondari, quando si deve implementare una strategia di comunicazione e si vuole raggiungere un determinato target. Instagram, per esempio, in Russia viene utilizzato prevalentemente da un pubblico femminile: il 59% degli utenti sono donne e quasi 8 autori su 10 ha sesso femminile. Quindi, se per un brand di abbigliamento donna è vivamente consigliabile investire su Instagram con una pagina in russo dedicata, per un’azienda che si rivolge a un pubblico eterogeneo o prevalentemente maschile, è maggiormente consigliabile puntare su una piattaforma come VK.

Vkontakte ha un’audience più benestante

Anche se si presuppone che Instagram sia la migliore piattaforma per i prodotti fashion e design, non bisogna sottovalutare lo studio di Mediascope di aprile 2018. Dopo aver diviso gli user dei principali social network in Russia in 4 categorie di reddito, emerge che quelli con il maggior potere di acquisto, sono in maggior misura presenti su VK: 88%. Instagram e Facebook si fermano rispettivamente a 56% e 40%. Ciò è dovuto principalmente all’età degli utenti: 77% degli utenti di VK sono sopra i 25 anni (47% sopra 35 anni), mentre l’audience di Instagram è più giovane: quasi 80% sono sotto i 35 anni (43% sotto i 25 anni). Risulta, quindi, che l’utente medio di VK è più adulto, realizzato nel lavoro e quindi più benestante.

 Leggi anche: Digital marketing in Russia: 5 accorgimenti per avere successo

 

2018: Le Novità di VK per l’advertising

Nel corso dell’anno VKontakte ha implementato tutta una serie di funzionalità per rendere gli strumenti di digital marketing più efficienti nel raggiungere il proprio target prescelto. Vediamoli nel dettaglio qui di seguito

 Carousel 

Vkontakte carouselE’ stato aggiornato il carosuel: Il messaggio pubblicitario può contenere fino a 10 schede prodotto con il nome, immagine e il prezzo in rubli. Su ogni scheda si può aggiungere il suo proprio link. Di fatto VK ha introdotto il suo marketplace.

Costruttore  dei video gratuito

Il video è una delle funzioni più richieste dei social media: ogni giorno su VK vengono visualizzati 550 mln di video. Adesso VK dispone di uno strumento gratuito per la creazione di un video pubblicitario, fornendo un ampio archivio delle immagini, font e musiche.  

Il targeting ancora più preciso

Vkontakte targetingIl targeting, è uno strumento principale per la ricerca dell’audience per la campagna pubblicitaria. VK ha aggiunto le nuove categorie di interessi e le sottocategorie dettagliate. Attualmente sono disponibili più di 70 categorie. Questo aggiornamento permette di segmentare il target in modo più preciso e scegliere il segmento di interesse a breve o lungo termine. I risultati di ricerca si aggiornano automaticamente appena vengono modificati gli interessi del target. L’effetto maggiore dà il giusto mix di geolocalizzazione e targeting.Vkontakte targeting

Una nuova funzione permette anche di targetizzare gli amici degli utenti (uomini e donne) che compiono gli anni nei prossimi 3 giorni o 1 settimana (in precedenza si poteva scegliere come target solo i festeggiati).  Non tutti gli amici della persona vedono l'annuncio, ma solo quelli che sono in contatto continuo (messaggi, like, condivisioni dei post).

 Targeting sulle community seguite: adesso è possibile mostrare la pubblicità ai follower dei gruppi; spesso è un tipo di targetizzazione ancora più preciso delle categorie. Nelle impostazioni di un messaggio pubblicitario è possibile aggiungere fino a 100 community. Il messaggio viene proposto a quelli che sono entrati nel gruppo o l’hanno letto di recente, hanno messo un like, scritto un messaggio o hanno condiviso un post.

 

 Retargeting

Vkontakte retargeting

    La vostra pubblicità viene vista da tutti quelli che hanno visitato il vostro sito, hanno messo qualcosa nel carrello o finalizzato l’acquisto. Inoltre, Il nuovo algoritmo sviluppato da VK, permette di impostare un target preciso in pochi istanti, ritrovando utenti con il comportamento simile - look-alike - al vostro target.

 

Moduli per raccolta dati

Vkontakte moduli raccolta datiNell’app del modulo di raccolta dati VK sono state introdotte le seguenti funzioni: la compilazione automatica che permette di aumentare notevolmente la conversione ed abbassare il costo dell’azione. L’impostazione customizzata del form dà la possibilità di raccogliere solo quei dati che sono davvero utili per ogni specifica azienda e di interagire con l’utente nel modo più comodo: via messaggi, email o tramite il chat-bot di Vkontakte, CallBack API. Nell’application form si possono aggiungere uno o più campi con funzione di autocompilazione: nome, cognome, e-mail, numero di telefono, età, compleanno, città, paese. Si possono anche aggiungere domande personalizzate con varie opzioni di risposta: testo, elenco con una o più scelte o con apertura.

Marketplace VK

Vkontakte offre la possibilità di vendere i prodotti attraverso la community come se fosse un vero e proprio sito e-commerce, fornendo le seguenti funzioni: vetrina, carrello, scelta del tipo della spedizione e pagamento. Inoltre è stato introdotto un nuovo sistema di pagamento, il VK Pay (simile al PayPall e Yandex Money), che in questo momento sta funzionando in modalità test e permette di effettuare i pagamenti senza commissioni. Vkontakte VK PayConsiderando che con VK Pay è possibile effettuare la ricarica del telefono, comprare “Voci” (la valuta virtuale introdotta da VK, utilizzata per acquistare regali virtuali, sticker virtuali e app) e pagare le multe (anche tramite il QR-code!), il VK con il nuovo sistema VK Pay acquisisce il potenziale del colosso cinese - WeChat.  

Leggi anche: Mondiali di calcio visti da Yandex e Vk

 

>>Vuoi saperne di più su come entrare e vendere in Russia?

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato!

Per informazioni scrivici e ti contatteremo in brevissimo tempo. LA RUSSIA E’ VICINA….–> info@east-media.net

Mondiali di calcio: Yandex e VKontakte sono state le piattaforme più utilizzate dagli utenti russi per restare aggiornati

  Paese che vai, social network che trovi. Per quanto siamo abituati a relazionarci sempre con i soliti Facebook, Google e Instagram, c’è una grande fetta di mondo che utilizza delle piattaforme digitali differenti. Il caso più lampante è la Cina, dove alcuni siti e social network occidentali non sono addirittura visibili e gli utenti usano Baidu come motore ricerca e i social più popolari sono WeChat e Weibo. La Cina non è però il solo paese a essere fuori dal coro. Anche in Russia ci sono delle piattaforme locali, che vengono preferite dagli utenti russi, nonostante Facebook, Instagram e Google siano regolarmente accessibili. Per capire meglio il comportamento degli utenti web russi, Vera Mushakova, social media specialist di East Media, ha analizzato alcuni trend digitali relativi ai Mondiali di calcio, da poco conclusosi.  

Leggi anche: ecco su quali social network conviene fare marketing in Russia

  Come lecito aspettarsi, un evento come i Mondiali di calcio ha avuto una grande eco e seguito sul web. Secondo la Federazione Internazionale di calcio sono stati oltre 130 milioni i tifosi che hanno visitato il sito della FIFA via desktop o dispositivi mobile. E tra gli utenti più attivi, con circa 40 minuti spesi sulle piattaforme web della FIFA c’erano proprio i russi, dato che "giocavano" in casa.     [caption id="attachment_8684" align="aligncenter" width="600"]mondiali di calcio russia La pagina ufficiale della FIFA su VKontakte[/caption]

VKontakte: il social network numero 1 in Russia

"Per raggiungere il maggior numero possibile di appassionati di calcio, in occasione dei Mondiali di calcio la FIFA ha pianificato un’attenta strategia di comunicazione che ha coinvolto i più popolari social network. In particolare, per gli utenti di lingua madre russa, ha investito molto su VKontakte, che con 97 milioni di utenti attivi al mese è il social network numero in Russia" racconta Vera Mushakova. "Su questo social network, che potremmo definire il ‘Facebook russo’ per la sua somiglianza anche grafica, la FIFA ha lanciato la pagina ufficiale dedicata all’evento vk.com/fifaworldcup, dove sono state pubblicate le informazioni riguardanti la preparazione del campionato, le foto dei cantieri degli stadi, video dalle diverse città-organizzatrici che ospitavano le partite durante la Coppa e le ultime notizie delle squadri nazionali che hanno partecipato all’ evento. Un successo: la pagina ha raccolto più di 1,2 milioni di follower."  

Leggi anche: Fare SEO per la Russia. Le principali differenze tra Yandex e Google

  "La FIFA ha inoltre creato una seconda pagina, questa volta dedicata al simpatico lupo Zabivaka, con oltre 31.000 follower. Inoltre, per fornire tutte le informazioni ai tifosi che hanno visitato le diverse città della Russia per seguire le partite sono state create delle community su VK dedicate a ogni singola località come ‘Mondiali di calcio FIFA 2018 San Pietroburgo’, ‘Mondiali di calcio FIFA 2018 Nizhniy Novgorod’, ecc...”   [caption id="attachment_8686" align="aligncenter" width="600"]Mondiali di calcio La pagina su VKontakte dedicata a San Pietroburgo[/caption]   Già da questi numeri si può capire quanto VKontakte sia uno strumento efficace per raggiungere gli utenti russi. "Ma per averne una conferma - continua Vera Mushakova - abbiamo analizzato la presenza del portale informativo Welcome2018.com. Impostata la lingua russa, siamo andati a verificare l’engage di questo portale su VKontakte, Facebook e Instagram:  

Ripartizione dei follower del portale tra gli utenti russi:

  • VKontakte  246.927
  • Facebook 16.600
  • Instagram 19.100
 

Interazione media:

  • VKontakte 500 like, 100 commenti
  • Facebook 70 like, 2 commenti
  • Instagram 800 like, 4 commenti
  Per quanto Facebook e Instagram mantengano una predominanza a livello globale, in Russia lasciano strada a VKontakte. Un comportamento facilmente spiegabile: VKontakte è nato espressamente per gli utenti russi ed esiste dal 2006. La traduzione di Facebook in lingua russa è invece disponibile solo dal 2008 e ha dovuto farsi strada su un percorso già segnato. Come sottolinea Mushakova, "difficilmente gli utenti sono disposti a cambiare le proprie abitudini digitali, a meno che una piattaforma non sia rivoluzionaria per user experience o approccio. Pensate per esempio a Google+, nato per proporsi quale alternativa a Facebook, ma rimasto tale solo negli intenti”.   [caption id="attachment_8690" align="aligncenter" width="500"]mondiali di calcio La pagina su VKontakte di Welcome2018.com[/caption]   [caption id="attachment_8689" align="aligncenter" width="500"]Mondiali di calcio La pagina su Instagram di Welcome2018.com[/caption]   [caption id="attachment_8688" align="aligncenter" width="500"]Mondiali di calcio La pagina su FAcebook di Welcome2018.com[/caption]  

Mondiali di calcio: Yandex batte Google

  “Per avere un’ulteriore conferma che gli utenti russi preferiscono utilizzare i loro canali digitali, abbiamo provato confrontare Google e Yandex, il principale motore di ricerca in Russia. In questo caso abbiamo utilizzato la parola chiave ‘чемпионат мира’ (campionato mondiale, in cirillico). Per il mese di giugno, su Yandex si ottengono 32,8 milioni di risultati, contro i soli 6,1 milioni di Google” continua Mushakova.  

VKONTAKTE: East Media partner privilegiato per l'Italia

  Per le aziende che vogliono estendere il proprio business in Russia è quindi fondamentale posizionare e ottimizzare il proprio sito per Yandex. Il motore di ricerca russo raccoglie il 57% delle query, contro il 36% di Google. Inoltre, Yandex è diffuso su tutto il territorio russo, in alcuni paesi confinanti e in Turchia, mentre Google vede la sua popolarità essenzialmente nella fascia più giovane della popolazione e nelle città di Mosca e San Pietroburgo. Tutti aspetti da tenere in considerazione quando si vuole approcciare un mercato come quello russo.  

>>Vuoi saperne di più su come entrare e vendere in Russia?

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato!

Per informazioni scrivici e ti contatteremo in brevissimo tempo. LA RUSSIA E’ VICINA….–> info@east-media.net

Social Network Russia, quali sono i migliori canali per il social media marketing in Russia? Scopriamolo insieme in questo articolo

  Social network Russia? Non tutti sanno come orientarsi nel social media marketing in questo Paese e per riuscirci è necessario comprendere alcune differenze. Facebook, Twitter, Instagram, e YouTube dominano il panorama social in molti paesi, ma in Russia (e in zone limitrofe come il Kazakistan e l'Ucraina) molti utenti preferiscono utilizzare piattaforme locali alle quali sono legati da tempo. Queste differenze nell'utilizzo dei social sono molto importanti per i brand che intendono utilizzare le piattaforme social per l'advertising, perché possono imporre dei cambiamenti notevoli rispetto alle comuni strategie di marketing che già si applicano in altri paesi. D'altra parte, con oltre 100 milioni di utenti digitali, la Russia deve essere considerata come una vera e propria macro-regione con le sue regole e trend anche per quanto riguarda i social network.  

 

Social Network Russia. Le otto piattaforme social più utilizzate dagli utenti Russi:

 

VKontakte

VKontakte, noto anche più semplicemente come VK, è di gran lunga la piattaforma più popolare nel panorama dei social network Russia, e conta oltre 64 milioni di utilizzatori mensili. Si tratta di un interessante incrocio tra un social network e una piattaforma di file sharing. Proprio come su Facebook (alla quale molto somiglia per funzionalità e grafica), gli utenti possono creare un proprio profilo e cercare e aggiungere altri utenti con i quali condividere aggiornamenti, foto e video. Oltre a queste funzioni tradizionali, la grande popolarità di VKontakte nasce anche dalla possibilità per gli utenti di effettuare l'upload di file video e audio di ogni genere e condividerli con i propri contatti. In passato, queste funzioni sono state oggetto di discussione, in quanto molti utenti le hanno utilizzate per aggirare alcune leggi sul diritto d'autore.  Sicuramente il primo canale digitale sul quale investire, VKontakte punta molto sulle community e offre alle aziende due possibilità di visibilità: i gruppi e le pagine ufficiali. I gruppi possono essere utilizzati nel caso non si voglia apparire in veste ufficiale, ma “guidare” gli utenti verso determinati servizi/prodotti. Le pagine, invece, hanno caratteristiche molto simili a quelle di Facebook e permettono una targetizzazione molto accurata.

>>Leggi anche: Vkontakte: East Media partner privilegiato per il mercato italiano

 

Odnoklassniki

Sebbene VK sia il social più diffuso tra i giovani, gli utenti più avanti con l'età tendono a preferire Odnoklassniki, letteralmente "compagni di scuola" e oggi noto più semplicemente come OK. Questo social network può contare su circa 40 milioni di visitatori mensili, la maggioranza dei quali è composta da un pubblico femminile (69%). Caratteristica che lo rende particolarmente interessante per tutte quelle aziende che vogliono raggiungere questo determinato target di potenziali clienti.  Proprio come VK, OK permette agli utenti di creare il proprio profilo, cercare i propri amici e condividere status e immagini. Lo scopo di OK consiste nel permettere agli utenti di rintracciare i propri compagni di scuola e i propri amici con i quali si sono persi i contatti nel corso degli anni, ed è per questo che i parametri di ricerca sono molto dettagliati. Questa piattaforma offre anche una funzione che svela all'utente chi ha visitato il suo profilo (anche se il visitatore non è figura tra i propri contatti), per visitare i profili altrui senza lasciare traccia si può abilitare la "modalità invisibile" che però è a pagamento  

Moi Mir

Si tratta di una piattaforma social molto simile a Google+. Proprio come il social network di Mountain View, Moi Mir (“Il mio mondo”) è un estensione dell'account del provider mail.ru (che è inoltre proprietario sia di OK che di VK) ed è riuscito a trovare la sua nicchia nel contesto social network Russia.  Ogni mese, quasi 17 milioni di persone utilizzano Moi Mir per condividere immagini, musica e video, ma anche per giocare o fare nuove conoscenze. La strategia di ricerca di Moi Mir include numerose domande relative al dating, un aspetto che non è ancora preso in considerazione dalla maggior parte delle altre piattaforme social.   

Facebook

Sebbene Facebook sia il social network più diffuso in occidente, in Russia non è così tanto popolare. La sua diffusione sta aumentando nelle principali città come Mosca e San Pietroburgo, ma quanto a numeri di utenti è ancora molto lontano dalle piattaforme locali. Oggi conta su 11 milioni di utenti ogni mese. Solitamente viene utilizzato dalla fascia più giovane e da chi viaggia spesso e utilizza questa piattaforma per restare in contatto con utenti non russi.   

>>Leggi anche: La Russia blocca Facebook: più di una minaccia, un rischio concreto

 

Livejournal

Livejournal è una piattaforma per il blogging che esiste sin dal 1999, tuttavia la sua popolarità si è ridotta drasticamente nella maggior parte dei paesi del mondo. In Russia, invece, Livejournal riceve oltre 15 milioni di visitatori ogni mese.  I blog personali sono sempre un ottimo strumento di condivisione delle proprie opinioni online e di avviare discussioni più interessanti rispetto ai messaggi brevi e concisi dei social media più recenti. Livejournal è dotato di una serie di servizi online che gli permettono di essere ancora attuale sia in Russia che altrove.  

Twitter

Twitter è un altro social che ha riscontrato un buon successo in Russia. Sebbene non riceva la stessa quantità di visitatori degli altri social (si attesta intorno ai 7,7 milioni di visite mensili), può vantare un buon livello di coinvolgimento, anche maggiore di quello dei suoi principali concorrenti. Perciò, sebbene non rappresenti un must per ogni utente internet russo, chi possiede un account Twitter tende solitamente a farne un utilizzo molto intenso.  

>>Leggi anche: Fare SEO per la Russia. Le principali differenze tra Yandex e Google

 

Rutube

Rutube è praticamente la risposta russa a YouTube – una piattaforma social incentrata sulla condivisione di video relativi di a contenuti di ogni sorta. Sebbene non abbia la stessa portata di YouTube, Rutube ha raccolto un gran numero di contenuti provenienti da diversi utenti. Rutube presenta sia contenuti ufficiali che upload dei suoi utenti, e la maggior parte di essi sono russi.   

Instagram

Infine c'è Instagram, una piattaforma che sta diventando incredibilmente popolare in tutto il mondo, anche sul territorio russo.  Instagram cresce rapidamente tra i top social in Russia e può ormai vantare 28 milioni di utenti mensili, il 77% dei quali è composto da un pubblico femminile, molto giovane.

Non solo social network

  Se si vuole promuovere la propria Azienda/Brand in Russia non basta essere presenti sui principali social network locali. Anche il proprio sito aziendale deve infatti essere ottimizzato per il motore di ricerca locale Yandex. Nonostante Google sia piuttosto diffuso, grazie all'utilizzo degli smartphone Android (l'86% del mercato mobile) quasi 6 utenti su 10 sono abituati a utilizzare Yandex per effettuare ricerche.   

>>Vuoi saperne di più su come entrare e vendere in Russia?

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato!

Per informazioni scrivici e ti contatteremo in brevissimo tempo. LA RUSSIA E’ VICINA….–> info@east-media.net

   
East Media e VKontakte, il più importante social network russo, hanno stretto un accordo per rafforzare le strategie di digital marketing. Il recente accordo segue quello con Yandex, il principale motore di ricerca russo. Due partnership strategiche che permetteranno a East Media di offrire servizi ancora più accurati alle aziende italiane che vogliono raggiungere potenziali clienti russi. Come ha dichiarato Emanuele Vitali, marketing manager di East Media, “VKontakte è l’app più scaricata in Russia e sicuramente il social network più influente sugli utenti russi. L’accordo raggiunto ci darà modo di poter avere analisi di mercato sempre aggiornate o targetizzate per poter offrire le migliori strategie alle aziende italiane che decidono di fare business in Russia. I dati che riceviamo da Vkontakte ci permettono di comprendere bene dove, come, quando e quanto gli utenti russi vedono, comparano e scelgono i prodotti online”.

Tempo di tornare a investire in Russia

Quella stretta con VKontakte è una partnership che dimostra il crescente impegno di East Media verso un mercato che mostra incoraggianti segnali di ripresa. I numeri record del 2013, con 11 miliardi di esportazioni italiane in Russia sono ancora lontani. Ma nei primi otto mesi del 2016 si è registrata una crescita del 15,6% delle importazioni in Russia dal Bel Paese. E per il 2017 si prevede una crescita del Pil russo dell’1,5%. I settori trainanti sono quelli delle eccellenze italiane: moda e design nella fascia alta del mercato. L’anno scorso il settore moda ha inciso per oltre il 15% sul totale delle esportazioni italiane in Russia. Il settore arredo e design per il 4,1%. I margini di crescita sono ancora ampi e le opportunità per le aziende italiane molte. Inoltre un incoraggiante segnale di ripresa arriva anche dal turismo. L’Italia è da sempre una delle mete preferite dai russi. A fine 2016 si è registrata una crescita degli acquisti tax free del 9% con uno scontrino medio di 755 euro. E sempre l’anno scorso i turisti russi sono tornati a spendere in due mete di eccellenza come Venezia (+9%) e Milano (+2%).  

Vkontakte batte Facebook 6 a 1

Con oltre 103 milioni di persone che accedono regolarmente a internet, la Russia è il paese in Europa con il più alto numero di utenti digitali. Per raggiungerli, però, non ci si può affidare ai tradizionali canali occidentali come Facebook e Google. In Russia le popolari piattaforme digitali americane lasciano il posto appunto a realtà locali come Vkontakte e Yandex. Fondato nel 2006 e considerato il “clone russo” del popolare Facebook (molto simile per impostazione grafica e facilità di utilizzo), VKontakte è il primo social network locale per numero di utenti registrati e quantità di informazioni condivise. VKontakte viene utilizzato quotidianamente in media da 64,4 milioni di utenti contro i 28 di Instagram e i soli 11 di Facebook. Decisamente maggiore è anche il tempo online dedicato alla piattaforma russa: 41 minuti per VKontakte, mentre Instagram e Facebook si fermano rispettivamente a 19 e 5 minuti. (-->SCARICA QUI  GRATIS LA GUIDA DIGITAL EAST MEDIA SUL WEB IN RUSSIA) Interessante è notare che oltre 6 milioni degli utenti raggiunti hanno un’età compresa nella fascia 25-34 anni. E ancor di più che sono ben 7,4  milioni quelli di sesso femminile nella fascia 45-64 anni. Come per i più popolari social network occidentali, anche per VKontakte è stata sviluppata un’apposita app per i dispositivi mobile iOs e Android. E gli accessi da dispositivi mobile sono in crescita. Otto utenti mobile su 10 utilizzano VKontakte rispetto ai 5 di Instagram e i 4 di Facebook.

Uno strumento efficace e pratico

Sicuramente il primo canale digitale sul quale investire, VKontakte punta molto sulle community e offre alle aziende due possibilità di visibilità: i gruppi e le pagine ufficiali. I gruppi possono essere utilizzati nel caso non si voglia apparire in veste ufficiale, ma “guidare” gli utenti verso determinati servizi/prodotti. Le pagine ufficiali, d’altro canto, offrono una serie di strumenti di analisi, sicuramente interessanti nelle strategie marketing e possono essere verificate: una funzione fondamentale per garantire la propria autorevolezza e salvaguardare l’originalità del messaggio/prodotto che si vuole veicolare. Come su Facebook, anche VKontakte offre la possibilità di sponsorizzare le pagine o i singoli post in modo di accrescere i numero dei follower e/o delle visualizzazioni. Per quanto riguarda i post, possono essere sponsorizzati direttamente nel news feed (come su Facebook), oppure direttamente nei gruppi tematici. Tra gli strumenti a disposizione delle aziende non manca la targetizzazione per area geografica, sesso, età, stato civile, interessi, ecc... Una annotazione finale: VKontakte ha uffici solo in Russia e per ottenere fatture è necessario seguire un processo burocratico piuttosto lungo. Il consiglio, se si decide di investire su questa piattaforma, è quello di affidarsi ad agenzie che hanno già in essere un rapporto di collaborazione con VKontakte.

>>Vuoi saperne di più su come entrare e vendere in RUSSIA?

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. 

  Per informazioni scrivici e ti contatteremo in brevissimo tempo. LA RUSSIA E' VICINA....-->  info@east-media.net    A presto e Buon Business!
Per i social network in Russia non è un momento felice. O, almeno, non lo è per le piattaforme americane come Linkedin, Facebook e Twitter. La Roskomnadzor, l’autorità russa per le telecomunicazioni ha disposto il blocco di Likedin. E stessa sorte potrebbe accadere anche a Facebook e Twitter. Come riportato dalla stampa, l’oscuramento della popolare piattaforma professionale sarebbe dovuto a problemi legati alla privacy. Secondo una legge russa del luglio 2014 i dati personali degli utenti devono essere conservati solo su territorio nazionale. Una regola che non sarebbe stata rispettata da Linkedin, i cui server invece si trovano all'estero. Problema che riguarderebbe anche Facebook e Twitter.

Linkedin: l’esempio della Cina

Non è la prima volta che Linkedin si trova ad affrontare un problema del genere. In Cina, la popolare piattaforma social network ha costruito un sito separato che poggia su server nazionali. Soluzione che potrebbe adottare anche in Russia, rispettando così le esigenze dell'Authority . Il blocco del sito arriva dopo mesi di trattative e non è da escludere che Linkedin possa tornare presto “online” in Russia. La piattaforma social professionale conta oltre 6 milioni di utenti registrati e viene quotidianamente utilizzata dalle aziende per la ricerca di personale.

Social network in Russia: un mondo parallelo

Il blocco di Linkedin e la possibilità che stessa sorte possa accadere anche a Facebook non deve allarmare chi ha intenzione di realizzare delle campagne di comunicazione e digital marketing. Le due piattaforme social americane sono sì conosciute ma non così diffuse sul territorio nazionale. Facebook in Italia viene utilizzato quotidianamente da 28 milioni di persone. In Russia il numero si ferma a soli 11 milioni. Meno della metà. Significa che con oltre 100 milioni di persone che accedono regolarmente al web (38 milioni in Italia), in Russia solo un utente su dieci usa Facebook. La maggior parte degli utenti russi preferisce le piattaforme locali VKontakte e Odnoklassniki. Anche Google si trova in una posizione minoritaria: il motore di ricerca più utilizzato in Russia è Yandex. Mentre per il servizio di posta elettronica e portale d’informazioni il punto di riferimento è Mail.ru. Date queste premesse appare chiaro che ogni strategia di comunicazione in Russia deve puntare sui social network locali e non su Facebook, Twitter o Linkedin. E che un sito web deve essere ottimizzato per il motore di ricerca Yandex.

Approccio cross-culturale

Se si parla di social network in Russia, non bisogna sottovalutare poi l’aspetto culturale. I russi sono molto pragmatici: il messaggio da veicolare deve essere mirato, diretto e senza fronzoli. Diversi sono anche i loro gusti estetici: questo si riflette per esempio nella grafica di un sito web. Infine, ma non certo secondario, c’è l’aspetto linguistico. La lingua russa è piuttosto complessa dal punto di vista lessicale: spesso non è sufficiente far tradurre i contenuti. Vanno pensati e rielaborati per gli utenti russi. Discorso valido anche per il nome del brand: bisogna sempre verificare cosa significa in lingua russa. Questi e altri temi legati alla comunicazione sono approfonditi in “Scenari digital e social in Russia”. Una guida fondamentale per quanti sono interessati a estendere il proprio business in un mercato dal grande potenziale come quello russo. La potete scaricare gratuitamente in formato PDF cliccando sull’immagine di seguito.

>>Vuoi saperne di più su come entrare e vendere in RUSSIA? 

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. 

Per informazioni scrivici e ti contatteremo in brevissimo tempo. LA RUSSIA E’ VICINA….–>  info@east-media.net  

“Scenari digital e social in Russia”: una mini guida gratuita per chi vuole estendere il proprio business in un mercato dal grande potenziale come quello russo.

  La Russia, con oltre 100 milioni di persone che accedono regolarmente a internet, è il paese europeo con il più alto numero di utenti digitali. Germania e Inghilterra si fermano rispettivamente a 71 e 53 milioni, mentre in Italia su 60 milioni di abitanti sono meno di 38 milioni quelli che usano quotidianamente il web. Una macroregione nel mondo del web, dato che in Russia gli utenti sono abituati a utilizzare piattaforme spesso differenti da quelle più popolari in Italia. Per citare solo uno degli esempi che trovate nella guida “ Scenari digital e social in Russia ” (che potete scaricare gratuitamente qui), basta considerare che in Italia ci sono 28 milioni di persone che accedono regolarmente a Facebook, in Russia sono solo 11 milioni. Alla popolare piattaforma di Mark Zuckerberg, gli utenti russi preferiscono realtà locali come VKontakte (significa “in contatto”) e Odnoklassniki (“compagni di classe”). Ma non solo… Google è minoritario ed è Yandex il leader locale come motore di ricerca e in Mail.ru quale provider per il servizio di mail e portale d’informazioni. Da queste prime considerazioni si evince che:
  • Ogni sito web deve essere ottimizzato per il motore di ricerca Yandex
  • Le strategie di comunicazione social non devono puntare su Facebook, ma altre piattaforme come Vkontakte e Odnoklassniki

L’approccio cross-culturale è la chiave di successo nella comunicazione digital e social in Russia.

  Se si è interessati ad approcciare il mercato russo, è bene tenere in considerazione anche l’aspetto culturale: il contenuto e la forma della comunicazione delle aziende deve essere differente e allineata alla realtà russa. L’utente va rassicurato e il messaggio da veicolare deve essere mirato, diretto e senza fronzoli: i russi sono molto pragmatici. Nel definire il design di un sito internet oppure pagina su un canale social in Russia è bene tenere a mente che gli utenti russi prediligono uno stile “pulito” e ordinato, dove sia semplice reperire le informazioni realmente utili come informazioni sul prodotto, prezzi ed eventuali promozioni. Inoltre, bisogna affidarsi a copywriter professionali: la lingua russa è piuttosto complessa dal punto di visto lessicale e molto spesso non è sufficiente far tradurre i contenuti: vanno pensati e rielaborati appositamente per l'utente russo. Un discorso valido anche per il nome del proprio Brand: può forse sembrare banale, ma bisogna sempre verificare cosa significa in lingua russa, per evitare associazioni negative, o quanto meno comiche…

All’interno della guida “Scenari digital e social in Russia” trovate un approfondimento sul mondo dell’ecommerce e del gaming online.

  Le aziende interessate a vendere i propri prodotti in Russia, dovrebbero poi tenere in considerazione i trend riguardanti il mondo dell’e-commerce e gaming. Come si assiste su altri mercati maturi, quello  dell’ecommerce è un mercato in costante crescita: in Russia nel 2015 il volume complessivo è cresciuto del 16% raggiungendo i 10 miliardi di euro. Per tutte le aziende interessate a promuoversi oppure a profilare i potenziali clienti non è da trascurare il mondo del gaming, verso il quale i russi hanno sviluppato un vero e proprio amore. Un mercato da 740 milioni di euro, che ha visto il settore dei giochi online per dispositivi mobile crescere del 20% nel 2015. Questi e molti altri aspetti legati alla comunicazione sono trattati in “Scenari digital e social in Russia”. Una guida assolutamente fondamentale per quanti sono interessati a estendere il proprio business in un mercato dal grande potenziale come quello russo, che potete scaricare gratuitamente cliccando sull’immagine di seguito. [caption id="attachment_4948" align="aligncenter" width="247"]scenari-digital-e-social-in-russia SCARICA QUI GRATIS LA GUIDA[/caption]

Il numero?

Da 461 mila nel 2009 a 1 milione e 88 mila nel 2013.

In cinque anni sono piu' che raddoppiati i turisti russi che visitano l'Italia, con la spesa totale che è salita da 623 milioni a 1 miliardo e 328 milioni di euro.

La spesa media giornaliera?

Dei veri “spendaccioni” con ben 170 euro di media spesi a testa quotidianamente, ben il 65% in più alla spesa media generale degli altri turisti stranieri in Italia, rappresentando così il segmento più ricco.

 Russi shopping in Italia

(more…)

smartphone

Uno studio pubblicato da iiMedia Research ha analizzato l’utilizzo dei social network in Cina da parte di utenti maschi e femmine, dal quale è emerso come gli uomini cinesi siano piu’ propensi a condividere le proprie informazioni sui social network rispetto alle donne, situazione completamente opposta a quanto avviene in occidente.

(more…)

VKontakte, il social network più grande d'Europa, verso il commissariamento. In gioco i più stretti collaboratori del leader del Cremlino. Ma la storia del fondatore Durov rimane piena di ombre

vladimir-putin-120525123221_medium

Il Facebook russo starebbe scivolando nelle mani di stretti collaboratori di Vladimir Putin. A lanciare l'allarme è Pavel Durov, fondatore di VKontakte - il social network più usato in Russia - che ha annunciato di essere stato licenziato dal ruolo di Ad della compagnia da lui fondata e che ora il sito si trova sotto il completo controllo di Igor Sechin e Alisher Usmanov, molto vicini al Presidente russo. Un epilogo che l'ormai ex Ad di VKontakte ha definito "inevitabile, dato il contesto russo".

  (more…)

 VK img

VKontakte nella lista dei 10 migliori social network del mondo. Il famoso social network russo si è infatti classificato all'ottavo posto con 228 milioni di utenti registrati, superando addirittura Instagram, Pinterest e Foursquare. (more…)