Back To News
In Russia dal 1° novembre è entrata in vigore la legge sull'Internet sovrano. D'ora in poi l’accesso al web in Russia sarà controllato e protetto dalle autorità di Stato e la cosiddetta Runet - così viene chiamata la rete russa - sarà in un certo senso isolata e autonoma rispetto al world wide web.

Cosa significa Internet "sovrano"?

La locuzione Internet sovrano sottintende che, dalla data di entrata in vigore della legge e quindi già da ora, la rete web russa sarà nelle mani del governo della Federazione. L'intento sarebbe quello di difendere la Runet da minacce esterne. Le quali si concretizzano in un eventuale isolamento della Russia da parte di server stranieri. Se per qualche motivo le infrastrutture di comunicazione russe non riusciranno ad avere accesso ai dati provenienti dall'esterno, le informazioni più sensibili (come i siti delle amministrazioni pubbliche) saranno salvaguardate e manterranno il funzionamento regolare. In questo modo, in caso d’emergenza il sistema di comunicazione russo non si troverà paralizzato.  

Come funziona?

La legge sull'Internet sovrano impone il controllo delle infrastrutture di telecomunicazione. Infatti, i provider devono installare un hardware in grado di tracciare, filtrare e reindirizzare il traffico Internet. Una tecnologia chiamata Deep Packet Inspection, o Dpi. Cosicché, nel caso di minaccia all’integrità e alla sicurezza di Internet, Roskomnadzor - l’organo che regola le telecomunicazioni - potrà gestire l’instradamento del traffico. Anche rispetto alle risorse già messe al bando in Russia. Il costo di tale riforma ammonta a 2 miliardi di rubli, di cui due terzi spesi per gli hardware. Inoltre, la legislazione si propone di costruire un Domain Name System nazionale alternativo che consenta il funzionamento di internet anche qualora la Russia fosse tagliata fuori dalle infrastrutture straniere.  
>> LEGGI ANCHE: YANDEX E NAVER INSIEME PER NUOVE OPPORTUNITÀ DI BUSINESS
 

Come interpretare l'Internet sovrano in termini di business

L'Internet sovrano è un'ulteriore conferma della tendenza a regolamentare la Runet. Nell'uso quotidiano si dice che l'utente non noterà cambiamenti. Ma sulla falsariga di ciò che accade con il Great Firewall cinese, i siti e i contenuti stranieri saranno più soggetti a controllo. Per le aziende che sono o vogliono essere presenti digitalmente sul web russo, la legge sull'Internet sovrano è da prendere in considerazione. Ma sotto quale punto di vista? La nuova legge, sommata alla 242-FZ sulla "localizzazione", conferma che per fare business via digital in Russia è necessario:
  1. Avere l'hosting del proprio sito in Russia
  2. Presenziare piattaforme russe
Anche al di là dei vantaggi intrinsechi che a livello di digital marketing una strategia così articolata potrebbe portare.  
  Vuoi scoprire tutte le novità del digital marketing in Russia nel 2020? Scarica questo report firmato East Media e non perdere l'occasione di scoprire come strutturare al meglio la tua digital strategy. Vuoi saperne di più? Scarica il report cliccando sull'immagine sotto!   Digital marketing Russia 2020   Visita il nostro sito e iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. Per scoprire quale sia la STRATEGIA di DIGITAL MARKETING più adatta al tuo business contattaci: info@east-media.net
Il mercato cinese rappresenta una grande opportunità per le aziende italiane. I cinesi sono sempre più interessati a prodotti caratterizzati da tradizione, innovazione, artigianalità, ricerca e cura del dettaglio. Tutti tratti da sempre riconosciuti al Made in Italy.  Ad oggi una delle modalità più dirette ed efficaci per inserirsi sul mercato cinese è quella di partecipare a fiere settoriali o commerciali. In queste occasioni, infatti, è più semplice trovare partner locali o farsi notare dai consumatori finali. Ma presenziare nelle fiere non è affatto semplice. Esistono, infatti, una serie di considerazioni utili da tenere ben presente prima di partecipare ad una Expo. Per aiutarvi in questo, vi proponiamo una check-list di regole d’oro (per il marketing e la comunicazione) essenziali per una presenza realmente efficace in fiera.  

1. CATALOGHI CARTACEI E NON…RIGOROSAMENTE IN LINGUA CINESE

  Nelle fiere i cataloghi e le brochure cartacee hanno ancora un valore inestimabile. Realizzarli è sicuramente impegnativo, ma altrettanto fondamentale. A fianco del catalogo fisico, però, è bene non dimenticarsi una copia digitale che può essere condivisa in maniera semplice e veloce. Il tutto deve essere creato rigorosamente in lingua locale. I cinesi hanno ancora poca dimestichezza con l’inglese: la maggior parte di essi non la conosce affatto, mentre la restante parte preferisce comunque fruire contenuti in lingua madre. Per questo motivo, adattare la comunicazione alla lingua del posto è il primo passo per una presenza in fiera di successo.  

Brochure realizzata da East Media per l'ente turistico Visit Bergamo

 

> LEGGI ANCHE: CHINA AWARDS 2018: TRIBOO EAST MEDIA PREMIATA COME ECCELLENZA NELLE RELAZIONI TRA CINA E ITALIA

 

 2. GLI INVITI ALLE FIERE

  Come per ogni evento, è d’obbligo pianificare il rilascio degli inviti. Ottimale sarebbe inviarne almeno tre prima dell’evento, così da mantenere acceso l’interesse del destinatario fino alla data d’inizio della fiera stessa. Ricevere un invito in lingua locale farà sicuramente piacere al proprio cliente/partner. Un piccolo gesto che riduce le distanze culturali e linguistiche, e crea un rapporto più solido e diretto. Per poter raggiungere il maggior numero di visitatori è consigliabile, poi, pubblicare la locandina anche su tutti i canali social. Infine, se si vuole privilegiare dei clienti/partner è possibile prevedere l’invio di inviti personalizzati cartacei.    

3. COMUNICAZIONE ALLA PARI: STAFF MADRELINGUA CINESE 

  Un’azienda che decide di partecipare ad una fiera di settore in Cina deve avere un rappresentante in loco che parla cinese. Una figura madrelingua o con un’ottima conoscenza della lingua locale vi consentirà di apparire come professionali e accorcerà senza dubbio la distanza con il pubblico, spesso diffidente. Ricordate che, con molta probabilità, chi vi incontra ad una fiera in Cina non avrà mai sentito parlare di voi prima ed essere preparati sul fronte linguistico vi farà fare un’ottima figura. Inoltre, lo staff deve essere formato sulla storia dell’azienda, i valori del brand, i prodotti e le loro qualità. I cinesi sono dei consumatori piuttosto scettici e prima di acquistare o di stringere partnership con aziende straniere sono soliti raccogliere una serie di informazioni su tutti gli aspetti cardine dell’azienda. Lo stesso succederà in fiera. Siate pronti.   

fiere cina

 

4. PROMUOVERSI SUI GIUSTI CANALI DIGITALI E CON LA GIUSTA FREQUENZA

  La Cina, con 800 milioni di utenti attivi giornalmente, è la patria del digital per eccellenza. Ma attenzione: gli utenti cinesi navigano su piattaforme differenti da quelli Occidentali. Facebook, Instagram e LinkedIn non solo non vengono utilizzati, ma sono addirittura inaccessibili. Le persone invece utilizzano canali come WeChat e Weibo, i principali social network locali, seguiti da decine e decine di App minoritarie. Anche i motori di ricerca utilizzati sono diversi: Google è bloccato e al suo posto vi è Baidu, che detiene il 60% delle query di ricerca. Attenzione, quindi, in questo caso alla strategia SEM, che andrà progettata diversamente.Una riflessione deve essere fatta anche a proposito del sito web. In Cina i siti web occidentali si aprono a fatica e, in alcune zone, non caricano affatto. Prima di presentarsi in fiera è, quindi, importante predisporre una versione del sito ottimizzata per il web cinese, con hosting locale (preferibilmente in Cina continentale o Hong Kong) e in lingua cinese. Anche le landing page localizzate sono un’ottima alternativa.  

COME?

Una volta scoperte le piattaforme da utilizzare non rimane che usarle. Prima di tutto è essenziale aprire l’account ufficiale del brand (tenete presente che i tempi burocratici di apertura variano da social a social, e possono dilungarsi anche per svariati mesi…) Poi, una volta completate le procedure, è bene iniziare a comunicare con l’audience online per farsi conoscere localmente. Ciò che è assolutamente fondamentale, poi, è pianificare un piano di comunicazione volto a tenere l’utente coinvolto e a coltivare il suo interesse prima, durante e dopo la fiera.  

QUANDO?

Come per le comunicazioni cartacee e per il personale, utilizzare la lingua locale è fondamentale. Altrettanto importante è anche la frequenza di pubblicazione, che deve essere molto alta in queste tre fasi. L’ideale sarebbe fare almeno 1-2 pubblicazioni al giorno durante il periodo della fiera, evidentemente per ogni canale attivato. Un ultimo nice-have? L’hashtag ufficiale dell’evento e della propria azienda. Questo andrà inserito in tutte le comunicazioni aziendali e costituirà un elemento di riconoscibilità del brand stesso.   

> LEGGI ANCHE: DA ALIBABA A WECHAT A BAIDU: TRIBOO EAST MEDIA È IL PRIMO PLAYER ITALIANO CERTIFICATO PER AFFIANCARE A 360° LE AZIENDE ITALIANE SUL WEB IN CINA

   

5. MANTENERE I CONTATTI DOPO LA FIERA

  Quando si partecipa alle fiere è fondamentale avere con sé i biglietti da visita aziendali per potersi scambiare il contatto e riuscire a coltivare rapporti di business. In Cina, però, le business card non rispecchiano i canoni parametri occidentali. Ogni biglietto da visita ha stampato sopra un QR code, che rimanda a WeChat. Questo potrebbe essere collegato un profilo aziendale o un account personale, a seconda dei casi. I QR code, nella Terra del Dragone, sono uno strumento entrato a pieno titolo nella quotidianità delle persone, permettendo loro di ottimizzare i tempi di ricerca. Presentarsi in fiera con un biglietto da visita arricchito dal vostro QR code vi farà apparire professionali e più vicini alla cultura locale. Ricordatevi, però, che è opportuno mostrarlo con entrambe le mani, tenendolo per i due angoli e riceverlo sempre nello stesso modo. Questo rituale, per i cinesi, rappresenta un modo per mostrare interesse nel contenuto del biglietto stesso.     

È DAVVERO TUTTO?

Attuare questi consigli è il punto di partenza per una presenza di successo nelle fiere in Cina. Ma tutto ciò potrebbe rivelarsi inutile di fronte ad una scarsa valutazione di un altro aspetto di primaria importanza: il naming dell’azienda. Prima di partire assicuratevi che il vostro brand in Cina sia facilmente pronunciabile, memorizzabile e, soprattutto, che non richiami immagini negative. I cinesi sono un popolo fortemente superstizioso: avere un naming “sbagliato” potrebbe vanificare tutti gli sforzi fatti.   rapporto annuale 2019 fondazione italia cina fiere Clicca sull’immagine per scaricare il report. Si aprirà un’altra pagina web con un form da compilare per il download del documento in formato PDF.   Vuoi saperne di più su come entrare e vendere in Cina? Visita il nostro sito e iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. Per informazioni su quale sia la STRATEGIA di MARKETING più adatta al tuo business contattaci: info@east-media.net
Recentemente Wildberries, il principale marketplace in Russia, ha dichiarato di puntare all'Europa. In particolare, l'espansione verso il mercato europeo, nei piani della russa, avverrà passando per la Slovacchia.

 

Cos'è Wildberries?

Wildberries, come tutte le aziende che si rispettino, è nata in modo inusuale. La sua storia è quella di una donna di Mosca, Tatyana Bakalchuk, madre di quattro figli, che durante il congedo di maternità dalla sua professione di insegnante di lingua inglese, ha avviato l'attività di online retailing. Inizialmente, nel 2004,  lei stessa si occupava di ordinare e ricevere prodotti in stock da un catalogo online tedesco. Li postava sul suo sito e li consegnava personalmente in ogni parte di Mosca, dal momento che in Russia le poste non offrivano un servizio particolarmente efficiente. Ad oggi, Wildeberries è il primo marketplace generalista nella Federazione Russa, con un turnover pari a 111 miliardi di rubli, +70% rispetto al 2016. L'e-commerce è presente in cinque Paesi: Russia, Bielorussia, Kazakistan, Kirghizistan e Armenia e conta più di 20,000 dipendenti. Vende 15,000 brand tra abbigliamento, scarpe, cosmetica, prodotti per la casa e per l'infanzia, elettronica, libri, gioielleria, food e molto altro. Nel 2018 ha registrato una media di 400,000 ordini giornalieri.   [caption id="attachment_11019" align="aligncenter" width="650"]wildberries Punto di ritiro di Wildberries che appaiono come negozi con camerini di prova[/caption]   Tra i tratti caratteristici, che sono poi i punti di forza di Wildberries, si possono nominare soprattutto il 'delivery' e il 'pick up'. Infatti, l'e-commerce russo offre al cliente la scelta tra consegna e ritiro. Rispettivamente, chi sceglie la consegna può addirittura ricevere il proprio acquisto in giornata. Non solo, il corriere al momento della consegna aspetta che il cliente provi il capo acquistato, affinché qualora l'acquisto non andasse bene, il cliente possa renderlo in quello stesso momento. Per chi sceglie di ritirare il prodotto acquistato, invece, Wildberries ha pensato di strutturare i propri 'pick up point' come negozi con veri e propri camerini di prova.  

Non solo East: Wildberries si spinge in Europa

Come anticipato, Wildberries ha recentemente dichiarato di puntare all'Europa. In particolare, l'espansione verso il mercato europeo avverrà passando per la Slovacchia. Il negozio online Wildberries e l'Amministrazione Finanziaria della Repubblica Slovacca hanno da poco firmato un memorandum di collaborazione. Secondo le condizioni prestabilite, il primo promette la costruzione di centri di distribuzione, punti di ritiro con camerini prova e l'organizzazione del negozio digitale anche in Slovacchia, mentre la seconda si impegna a prestare assistenza allo sviluppo del commercio online sul proprio territorio.  

Russia: un mercato ricco di opportunità

La Russia è un mercato con un'enorme potenzialità di sviluppo nel commercio online. Al 7° posto nella lista dei paesi con il più alto numero di utenti di internet a livello globale, risulta essere uno dei mercati più importanti da considerare per l’e-commerce. Anche se in termini assoluti il retail online russo non ha ancora raggiunto i livelli degli altri paesi d'Europa, il trend è in costante crescita e il commercio digitale oltre frontiera è molto popolare nella Federazione.  
>LEGGI ANCHE: E-COMMERCE IN RUSSIA: GLI ULTIMI TREND DEL COMMERCIO ELETTRONICO 2018
  Un’azienda che vuole entrare nel mercato russo non può prescindere dal mondo digital. L’importante è utilizzare i giusti strumenti prestando attenzione a declinare la propria strategia al contesto locale. Questo significa posizionare i propri prodotti sui marketplace locali come Wildberries, ottimizzare il sito web anche per Yandex, il principale motore di ricerca, e tradurre i contenuti correttamente in russo. Fondamentale, infine, è veicolare un messaggio allineato alla cultura locale sulle piattaforme più popolari in Russia come VKontakte.  
  Per mantenere alto l'engagement con i consumatori russi e i potenziali tali, è sempre bene continuare a farsi sentire. Da una parte si possono sfruttare tutta una serie di strategie di comunicazione. Dall'altra, invece, sfruttare i banner adv per arrivare per arrivare al cuore del target. Vuoi saperne di più? Visita la pagina:   banner dv russia   Visita il nostro sito e iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. Per scoprire quale sia la STRATEGIA di DIGITAL MARKETING più adatta al tuo business contattaci: info@east-media.net
Il Made in Italy volge sempre più lo sguardo a oriente e in particolare alla Cina. Dopo Moschino e Kiton, un altro brand italiano del settore fashion & luxury ha deciso di affidarsi a Triboo per espandere il proprio business nella Terra del Dragone: Aquazzura Ciò dimostra, ancora una volta, la volontà delle aziende del settore di affidarsi a un partner strategico che le affianchi nel complicato processo di internazionalizzazione sul mercato cinese. Triboo, che nel 2018 ha acquisito East Media, si afferma infatti come la prima azienda italiana in grado di garantire un supporto completo nei mercati asiatici. L’unica realtà sul territorio a possedere tutte le certificazioni necessarie per operare sulle principali piattaforme digitali cinesi - Alibaba, Baidu, WeChat e Weibo. L’affidarsi a un unico partner in grado di operare su diversi canali permette alle aziende una gestione più efficace con un miglior ritorno degli investimenti.  

> LEGGI ANCHE: DA ALIBABA A WECHAT A BAIDU: TRIBOO EAST MEDIA È IL PRIMO PLAYER ITALIANO CERTIFICATO PER AFFIANCARE A 360° LE AZIENDE ITALIANE SUL WEB IN CINA

   

Una proposta strategica integrata

  Per garantire il miglior ingresso sul mercato cinese di Aquazzura, il team di Triboo East Media ha delineato una strategia in grado di seguire tutto il funnel, dalla promozione del brand fino alla vendita dei prodotti. Nel dettaglio verranno aperti e gestiti in canali social WeChat e Weibo e creata una landing page con hosting locale. Verranno pianificate attività SEO e SEM su Baidu, il principale motore di ricerca locale. Infine, verrà creato un Flagship store su Tmall, il famoso marketplace B2C del gruppo Alibaba.  Per Aquazzura, ci si occuperà anche del confezionamento grafico della comunicazione del brand. Questa verrà studiata e creata ad hoc per avvicinarsi ai gusti del target cinese, pur rispecchiando i valori e la brand identity di Aquazzura. Come sottolineato da Heidi Cheung, Head of Operations China di Triboo East Media: “La strategia digital di Aquazzura verrà gestita in toto, a partire dalla definizione del piano editoriale e marketing, fino alla comunicazione sui canali social e alla vendita del prodotto attraverso le piattaforme e-commerce locali. In particolare, dalla sede di Shanghai si occuperà della gestione degli store online, che grazie alla presenza fisica in loco può garantire tempistiche di lavoro snelle e maggior efficienza operativa. La comunicazione e la creatività, invece, verranno gestite dal team di Milano per garantire il massimo supporto e vicinanza al Brand, riducendo di fatto le distanze con la Cina.”     

Chi è Aquazzura

  Aquazzura è un brand nato nel 2011 e che in pochi anni è riuscito ad affermarsi come un’icona del settore calzaturiero femminile di alta fascia in Italia e nel mondo. Con oltre 300.000 rivenditori dislocati in 56 paesi, tra cui Londra, New York, Mosca e Dubai, Aquazzura può essere considerato un vero e proprio leader di settore. Da sempre la sua forza sta nel design sofisticato e di classe, e nell’altissima qualità artigianale che contraddistingue le sue produzioni.  Dopo otto anni di successi, Aquazzura ha deciso di espandersi anche in Cina, un mercato che può offrire infinite possibilità per i brand di lusso del nostro Paese. La Cina, infatti, è il primo mercato al mondo per acquisti di prodotti Luxury. Si prevede inoltre che entro il 2025 quasi la metà del mercato del lusso mondiale verrà assorbita proprio da essa. Un mercato fortemente influenzato dall’online, dove si prevede che entro 6 anni un prodotto su due sarà acquistato su internet. 

   

La Cina è sempre più vicina

  Affacciarsi a mercati complessi come quello cinese può essere rischioso, ma con il supporto dei giusti partner il percorso si accorcia e si semplifica. Avere una strategia Digital efficace, creata da esperti e market strategist, è il punto di partenza per muoversi in sicurezza e raggiungere obiettivi certi e di lungo periodo.   

LEGGI ANCHE: CHINA AWARDS 2018: TRIBOO EAST MEDIA PREMIATA COME ECCELLENZA NELLE RELAZIONI TRA CINA E ITALIA

  La Cina è un mercato tutto da scoprire. Se da una parte può sembrare quasi impossibile avere successo in un contesto tanto variegato e complesso, dall'altra rappresenta un'opportunità consistente e una strada praticabile. Sempre che si conoscano i passi da fare. La Cina non è poi così lontana.    rapporto annuale 2019 fondazione italia cina aquazzurra Clicca sull’immagine per scaricare il report. Si aprirà un’altra pagina web con un form da compilare per il download del documento in formato PDF.   Vuoi saperne di più su come entrare e vendere in Cina? Visita il nostro sito e iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. Per informazioni su quale sia la STRATEGIA di MARKETING più adatta al tuo business contattaci: info@east-media.net  
Il 4 novembre si terrà il Digital Russian Day, la prima giornata in Italia dedicata allo sviluppo dei business in Russia. L'evento è organizzato dal Gruppo Triboo e Promos Italia, in collaborazione con Yandex, società ICT russa proprietaria del l'omonimo nonché primo motore di ricerca locale. L'evento si svolgerà a Milano, presso Palazzo Turati, nello stesso giorno in cui in Russia si celebra la Giornata Nazionale dell'Unità. La partecipazione è gratuita, ma i posti sono limitati! Iscriviti tramite il link di seguito.  

ISCRIVITI

 

Digital Russian Day: di cosa si tratta?

 
 
Il Digital Russian Day del 04/11 nasce dall'esigenza di offrire una giornata formativa che permetta alle aziende di comprendere come approcciare in maniera efficace il mercato russo. Un evento unico dove, per la prima volta in Italia, saranno protagonisti i principali player russi, come Yandex, VK, Sercons, Triboo, Boxberry, SEMrush, Global Blue. Si rivela dunque un'opportunità unica, considerata l'attuale assenza per alcune di queste realtà di uffici di rappresentanza in Italia.
 
Al Digital Russian Day verranno approfonditi diversi temi inerenti al digital marketing in Russia, dalla delineazione dell piano marketing, al posizionamento e promozione del brand/prodotto. Dalle certificazioni doganali, alla gestione logistica dell'e-commerce cross-border. Gli esperti del settore racconteranno quali sono i passi da compiere per una strategia vincente di internazionalizzazione e quali, invece, da evitare.
Il programma della giornata tocca le principali tematiche che è necessario conoscere prima di approcciare il mercato russo. Nello specifico, saranno identificate le piattaforme da utilizzare per raggiungere gli utenti russi e l'identikit del consumatore turista tipo, con focus sul fashion. Verranno poi introdotti gli strumenti offerti da Yandex, e le relative strategie SEO, per posizionare in modo efficace le aziende sul web. Di seguito, saranno analizzate le strategie di social media marketing specifiche per VK, il principale social network russo. Infine verrà spiegato come gestire e tracciare la spedizione di prodotti sugli e-commerce (in modalità cross-border) verso la Russia, considerando il tema di certificazioni: quali sono e come ottenerle per esportare prodotti conformi alle normative russe.
   

Il Programma dell'evento

 
  • 13.30 - 14.00

    Registrazione


  • 14.00 - 14.10

    Welcome di Promos Italia LE POLITICHE SUL DIGITALE DEL SISTEMA CAMERALE

    Andrea Bonalumi Dirigente Promos Italia
  • 14.10 -14.30

    Digital Marketing GLI INGREDIENTI PER UNA STRATEGIA VINCENTE

    Darja Janovica-Marcenko Head of Digital Marketing Russia Triboo East Media
  • 14.30 - 15.00

    La Shopping Experience del Turista Russo SPUNTI DI RIFLESSIONE

    Antonella Bertossi Partners Relationships & Marketing Manager Global Blue
  • 15.00 - 15.30

    Beyond Search DEVELOPING EFFECTIVE ADS STRATEGIES FOR THE RUSSIAN MARKET*

    Mariya Dirina Key Account Lead Europe Yandex
  • 15.30 - 16.00

    Oltre a Google COME DOMINARE IL MERCATO RUSSO CON STRATEGIE SEO

    Emanuele Arosio SEMrush Ambassador - Head of Global SEO Triboo 
    Lina Prudnikova Russian SEO Specialist Triboo

  • 16.00 - 16.20

    Coffee Break


  • 16.20 - 16.50

    VK for Fashion Brands BUILDING CONNECTION AND GROWING SALES*

    Anna Kashitsyna VK Client Service Manager
  • 16.50 - 17.10

    Cross-Border to Russia EFFICIENT DELIVERY OF GOODS TO RUSSIAN CONSUMERS*

    Alexander Krasnov Business Developer Italia Boxberry
  • 17.10 - 17.30

    Certificazione EAC* ENTRARE NEL MERCATO RUSSO SENZA OSTACOLI

    Valeria Vinogradova Business Developer Manager e Sales Group Head Sercons
    Elena Yantareva Business Developer Manager e Certification Specialist Sercons

  • 17.10 -17.30

    Case Study CASI DI SUCCESSO DELLE AZIENDE ITALIANE


  • 18.00 - 19.30

    Cocktail


*intervento in lingua inglese

 

LEGGI ANCHE: 5 ERRORI COMUNI DELLE CAMPAGNE DIGITALI IN RUSSIA

  No alternative text description for this image

Per partecipare, iscriviti cliccando sull'immagine 

   
  Vuoi scoprire tutte le novità del digital marketing in Russia nel 2020? Scarica questo report firmato East Media e non perdere l'occasione di scoprire come strutturare al meglio la tua digital strategy. Vuoi saperne di più? Scarica il report cliccando sull'immagine sotto!   Digital marketing Russia 2020   Visita il nostro sito e iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. Per scoprire quale sia la STRATEGIA di DIGITAL MARKETING più adatta al tuo business contattaci: info@east-media.net
La Festa di Metà Autunno (in cinese 中秋节, Zhōngqiū jié) o Festa della Luna è una tra le più importanti festività in Cina. Si celebra il quindicesimo giorno dell’ottavo mese del calendario lunare e quest'anno cade proprio oggi, il 13 settembre.  Come per ogni festività, anche la Festa della Luna è legata a leggende di folklore: le più conosciute sono quelle del coniglio lunare, o月兔 yuètù e quella dell'ancella Chang E, 嫦娥.  

La leggenda del coniglio lunare

La storia narra che un tempo solo tre animali abitavano la foresta: una volpe, un coniglio e una scimmia. Un giorno tre dei si travestirono da uomini vecchi, poveri ed affamati e si inoltrarono nella foresta in cerca di cibo. Una volta incontrati gli animali chiesero loro qualcosa da mangiare, che non esitarono ad aiutarli. La volpe e la scimmia tornarono con frutta e bacche, mentre il coniglio non riuscì a trovare nulla e si ripresentò solo una manciata d'erba. Davanti ai tre mendicanti il coniglio si sentì in difetto, chiese perdono a gran voce e si offrì a loro. Senza che questi avessero il tempo di replicare il coniglio si lanciò nel fuoco. I tre dei rimasero colpiti dalla sua generosità: pur di dar loro qualcosa da mangiare sacrificò la propria vita. I tre dei, commossi dal gesto, decisero di trasformarlo in un coniglio di giada e lo mandarono sulla luna come un dio immortale. La tradizione vuole che la notte della Festa di Metà Autunno, guardando attentamente la luna si può ancora vedere la sagoma del coniglio, che splende nella notte.  

La leggenda di Chang E

Una second leggenda molto conosciuta è quella di Chang E, 嫦娥, ancella della moglie dell’imperatore di Giada. Esistono diverse versioni della stessa storia, ma in tutte il finale è comune e in agrodolce: la protagonista viene separata dall’amato Hou Yi. La storia racconta che ai tempi dell’imperatore di Giada ci fossero dieci soli: questo arrecava non pochi problemi alla terra, che bruciava a causa della quantità di calore emesso. Hou Yi era un ottimo arciere, e decise di colpire tutti i soli tranne uno: in questo modo ottenne il benvolere dei cieli e un premio, un elisir di giovinezza, che si presentava sotto forma di pillola.  

> LEGGI ANCHE: IN CINA SONO BEN 5 LE FESTE DEDICATE AGLI INNAMORATI

  Compagno di vita di Chang E, nascose l’elisir in un posto sicuro, che però venne scoperto dalla curiosa moglie, la quale dopo averlo ingerito acquisì la capacità di volare, fino a raggiungere la luna. Una volta arrivata lì, non poté più scendere: aveva tossito via una parte della pillola e perso la sua nuova capacità. Il suo amato non poteva raggiungerla, così chiese aiuto ad un coniglio che aveva trovato lì per ricreare una pillola che le desse la facoltà di tornare sulla terra. Non ci riuscì mai e per questo Hou Yi andò a vivere sul sole, così da essere più vicino a Chang E. Una volta l’anno, per congiunzioni astrali, si racconta che i due possano incontrarsi: ecco perché la luna sembra brillare di più durante la Festa di Metà15 Autunno.    baidu festa di metà autunno La pagina di Baidu dedicata alla Festa della Luna, alla quale si accede cliccando sul Doodle in homepage.    

Festa di Metà Autunno: tra dolci, lanterne e iniziative marketing

A partire dalle leggende si sono sviluppate una serie di tradizioni che ricorrono durante la Festa di Metà Autunno. Tra queste le più popolari sono mangiare le Moon Cake, o yuèbing 月饼, i tradizionali dolci della festa, oppure costruire lanterne a forma di coniglio. Questa festività oltre ad essere particolarmente sentita dalle persone, viene anche celebrata sul web. Per esempio, Baidu, il principale motore di ricerca cinese ha personalizzato il suo Doodle per l'occasione. Oggi al posto del tradizionale logo Baidu compare un'immagine con i conigli lunari e le Moon Cake. Cliccando il Baidu Doodle si atterra su pagina dedicata che riporta tutta una serie di informazioni relative a questa festività. Come per le altre festività, anche la Festa di Metà Autunno può offrire alle aziende ottime opportunità di Real Time Marketing. Creare contenuti ad hoc o lanciare delle promozioni o dei prodotti in serie limitata sono solo alcune delle possibili alternative. Di seguito potete vedere alcuni esempi di newsletter e cartoline dei nostri brand!    festa di metà autunno cinaNewsletter di Santa Margherita dal titolo "Riempi il bicchiere quando la luna è piena": proposto un abbinamento di tre vini SM con tre tipi di Moon Cake differenti, roba da veri intenditori!  

Festa di metà autunno cina

Newsletter D.B. Group, creata appositamente per l'occasione, con gli immancabili conigli lunari e i Dolci della Luna da abbinare ad un raffinato tè cinese  

> LEGGI ANCHE: DA ALIBABA A WECHAT A BAIDU: TRIBOO EAST MEDIA È IL PRIMO PLAYER ITALIANO CERTIFICATO PER AFFIANCARE A 360° LE AZIENDE ITALIANE SUL WEB IN CINA

    La Cina è un mercato tutto da scoprire. Se da una parte può sembrare quasi impossibile avere successo in un contesto tanto diverso da quello a cui siamo abituati, variegato e complesso, dall’altra rappresenta un’opportunità consistente e una strada praticabile. Sempre che si conoscano i passi da fare. La Cina non è poi così lontana.    rapporto annuale 2019 fondazione italia cina festa di metà autunno Clicca sull’immagine per scaricare il report. Si aprirà un’altra pagina web con un form da compilare per il download del documento in formato PDF.   Visita il nostro sito e iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. Per scoprire quale sia la STRATEGIA di DIGITAL MARKETING più adatta al tuo business contattaci: info@east-media.net
Triboo East Media si conferma sempre più un partner strategico per le aziende che vogliono approcciare il mercato cinese in maniera efficace. Grazie alla recente certificazione quale Tencent Service Provider, oggi il gruppo Triboo è l'unica realtà italiana a possedere tutte le certificazioni per operare sui tre principali ecosistemi digitali del cosiddetto mondo "BAT": Baidu, Alibaba e Tencent. Oltre la Grande Muraglia ci sono oltre 800 milioni di persone che utilizzano quotidianamente il web per oltre il 90% da mobile. Ma il mondo digital cinese è profondamente differente da quello occidentale. Colossi americani come Google, Facebook e Amazon lasciano il posto ai tre macro player cinesi, i tre colossi "BAT": Baidu, Alibaba e Tencent. Un mondo digitale che vede la leadership di Baidu tra i motori di ricerca con una quota di mercato di oltre il 70%. Del marketplace Tmall del gruppo Alibaba che può contare su oltre 500 milioni di utenti cinesi attivi giornalmente. E di WeChat, la app di messaggistica di Tencent che vanta oltre 1 miliardo di utenti che ogni giorno la usano per chattare, seguire brand e finalizzare acquisti online. Già certificata da Baidu, già unico Tmall Provider italiano di Alibaba, con la recente certificazione quale Tencent Service Provider Triboo East Media diventa l'unica società italiana in grado di avere una serie di vantaggi strategici grazie alle certificazioni e agli esclusivi tool di partnership. Questo si traduce per le aziende che si affidano a Triboo East Media in una visione ancora più complessiva e strategica nel complesso e dinamico mondo digital in Cina, una gestione ancora più efficace degli investimenti pubblicitari, senza dover passare per reseller intermediari. Sia per le aziende Overseas che per quelle con legal entity in Cina.

triboo east media digital marketing CinaTriboo East Media: perché serve una strategia integrata?

Quando si parla di Cina si pensa sempre a WeChat o ad Alibaba. Ma tenere in considerazione nella propria strategia marketing solo questa piattaforme è tanto riduttivo quanto sbagliato e spesso anche pericoloso. Il consumatore cinese ha bisogno di molti touch-point per prendere fiducia e decidere di acquistare, gli studi confermano che i consumatori cinese sono fra i più diffidenti al mondo. E spesso la percezion dei Brand italiani è molto diverse da quelle che hanno in Europa. E d'altronde il mondo digital cinese è così complesso e così rapido che necessita una specializzazione verticale e un continuo lavoro di aggiornamento. In Cina serve quindi una strategia integrata che oltre a WeChat o Alibaba possa avvalersi delle piattaforme digitali più opportune per raggiungere il proprio target di riferimento. Pensiamo solo all'importanza di Douyin per i target più giovani piuttosto che Dianping nel turismo oppure ai MiniProgram o Little Red Book. Un mondo ricco di opportunità che necessita però una visione più ampia ed una strategia integrata capace di arrivare al nostro utente target. Affidarsi a un unico partner come Triboo, in grado di gestire le operations e-commerce, pianificazione ed esecuzione dei piani di comunicazione, garantisce flessibilità nella gestione dell’investimento generando un ROI superiore. Un servizio nel quale Triboo East Media può mettere in campo un'altra sua unicità: un team inter-culturale composto da professionisti cinesi e manager italiani bilingue sia nelle sede di Milano che quella di Shanghai. Una caratteristica che permette di accorciare le distanze tra i Brand e i consumatori cinesi, superando difficoltà e divergenze di comunicazione, approccio culturale e timing.  

Un rapporto sempre più stretto con la Fondazione Italia Cina

Proprio le caratteristiche uniche del gruppo Triboo hanno portato a stringere una partnership con la Fondazione Italia Cina, che riunisce oltre 200 aziende italiane interessate ad un posizionamento strategico e commerciale nei mercati asiatici. Fondazione che  recentemente ha premiato Triboo East Media durante i China Awards 2018, istituiti con il patrocinio della Camera di Commercio Italo-Cinese. “L’E-commerce in Cina è imprescindibile per le imprese italiane, a maggior ragione per le piccole e medie, questa partnership con Triboo costituisce una grande opportunità. L’E-commerce richiede lo sviluppo in azienda di un business model ma consente di superare il limite storico delle nostre aziende medio piccole nella distribuzione su mercati sconfinati come quello cinese. La Fondazione coopererà con Triboo per facilitare l’uso delle piattaforme da parte dei nostri 200 soci.” - ha commentato Vincenzo Petrone, Direttore Generale della Fondazione Italia Cina. Vuoi scoprire di più su chi siamo e quali servizi offre East Media? Clicca sull'immagine e scarica la nostra company profile. Company profile  

>Vuoi saperne di più su come entrare e vendere in Cina?

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato.

Per informazioni scrivici e ti contatteremo in brevissimo tempo. LA CINA E’ VICINA… –>  info@east-media.net

La Festa delle Lanterne (元宵节,Yuánxiāo jié) è una tra le più importanti festività in Cina. Cade il quindicesimo giorno del calendario lunare cinese che coincide con la prima luna piena. Una ricorrenza che quest'anno si celebra il 19 febbraio. Una festività molto sentita perché pone fine ai festeggiamenti per il nuovo anno, in occasione del quale i cinesi possono godere di un lungo periodo di vacanza (una settimana). Le origini di questa festa sono da rintracciare 2000 anni fa e si devono al buddismo in Cina: per mostrare rispetto a Buddha, gli imperatori iniziarono la tradizione di celebrarlo ogni quindicesimo giorno dell’anno appendendo luminose lanterne nel palazzo imperiale. E come lo stesso nome suggerisce, in occasione della giornata si appendono e accendono numerose lanterne colorate.  

> LEGGI ANCHE: IN CINA SONO BEN 5 LE FESTE DEDICATE AGLI INNAMORATI

  Oggi quest’usanza e ancora diffusa – e non solo in Cina – ed è accompagnata da altre interessanti abitudini: fuochi di artificio, danze popolari (la più interessante è la Danza dei Leoni) e consumo di (元宵,yuánxiāo), palline di riso con ripieni di diverso genere.   [caption id="attachment_9481" align="aligncenter" width="800"]Festa delle lanterne Alcuni esempi di comunicazione adattata alla Festa delle Lanterne, di brand appartenenti a diversi settori commerciali.[/caption]  

Festa della Lanterne: un'opportunità di comunicazione

Come per altre festività in Cina (ma non solo...), le aziende possono sfruttare a proprio vantaggio la Festa delle Lanterne. Le opportunità sono diverse: da una comunicazione ad hoc per creare brand awareness oppure lanciare delle promozioni o dei prodotti in serie limitata. Il motivo è semplice: celebrare una festività rende sicuramente "simpatico" il brand ai clienti o potenziali tali. Specialmente in una giornata in cui gli utenti sono molto attivi sui canali social cinesi. Alla base di tutto, bisogna tenere in considerazione che per i cinesi le relazioni tra persone sono molto importanti. Festività come la Festa delle Lanterne sono quindi la giusta occasione per le attività di PR. Rinnovare o rendere ancora più stretti i rapporti in ambito professionale con un partner fa parte della giusta strategia per avere successo in Cina. Un discorso valido in ambito B2B che B2C.       Festa delle lanterne Il Gufo, azienda di abbigliamento da bambino, ha proposto delle ricette alternative ai tradizionali dolcetti che i cinesi sono soliti mangiare durante questa festività.

Cina: un mondo a parte

Quando si pensa alla Cina bisogna ricordarsi che è un Paese molto lontano sia dal punto geografico che culturale. Approcciarsi a paesi così complessi richiede un’attenta valutazione e analisi a 360°, la sola che permette di ottenere risultati concreti e duraturi. Sono più di 800 milioni i cinesi che tutti i giorni si collegano al web, per lo più via smartphone, per chattare, informarsi, compiere ricerche e finalizzare acquisti. Ma per farlo i cinesi utilizzano strumenti differenti da quelli Occidentali: Facebook e Twitter e lasciano il posto a social network molto avanzati come Weibo e WeChat. Lo stesso Google è sostituito da Baidu, il principale motore di ricerca locale. Per questa ragione se si vogliono raggiungere potenziali consumatori cinesi bisogna farsi trovare sugli strumenti digitali che utilizzano loro. Molte delle festività tradizionali possono rivelarsi delle vere e proprie opportunità per fare del business mirato ai mercati target.  Conoscere le festività, quando cadono, il loro significato e le tradizioni ad esse legate, permette di sviluppare ed implementare strategie di marketing di successo. Soprattutto quando si tratta di Paesi estremamente diversi dal nostro, per cultura, usi e costumi. Scarica e stampa i nostri calendari, basta cliccare sull'immagine! Troverai da un lato il calendario cinese 2020, dall’altro quello russo, con le diverse festività celebrate nei due Paesi. [caption id="attachment_13385" align="aligncenter" width="300"]Calendario cinese e russo 2020 Calendario cinese e russo 2020[/caption]

Vuoi saperne di più su come entrare e vendere in Cina?

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato.

Per informazioni su quale STRATEGIA MARKETING adottare scrivici e ti contatteremo in brevissimo tempo. LA CINA E’ VICINA… –>  info@east-media.net

Wall Street Italia guarda oltre confine. Il lifestyle finanziario edito da Brown Editore si arricchisce di una nuova sezione "internazionale" in lingua inglese. Uno spazio esclusivo, dedicato alle tematiche più calde e attuali. E per inaugurare questa nuova sezione non poteva non trattare tematiche legate alla Cina. Se il braccio di ferro con gli USA sui dazi tiene il fiato sospeso per l'interscambio commerciale internazionale, comprendere il complesso ecosistema sociale ed economico della Cina è il primo passo per approcciare il mercato cinese, oggi meta di tutte quelle aziende interessate a estendere il proprio business verso Oriente. Triboo East Media ha avuto il piacere di contribuire alla realizzazione di questa sezione. Dalle corrette strategie di comunicazione, al panorama digitale, fino all'approfondimento sul consumatore cinese, nelle pagine di Wall Street Italia "International", il lettore può trovare risposta a tutta una serie di dubbi che sorgono quando ci si deve relazionare con la Cina.

Chi sono e cosa cercano i consumatori cinesi

Nello specifico, vengono illustrate e spiegate le principali piattaforme digitali cinesi come Baidu, Wechat e Weibo. Strumenti fondamentali per promuovere l'immagine del proprio brand e raggiungere potenziali clienti. Gabriele Barbati, grande esperto di e-commerce, racconta in una lunga intervista quali strategie adottare per posizionare i propri prodotti e come orientarsi tra i vari marketplace: dal popolarissimo Tmall all'esclusivo Secoo. Ma non è tutto: diverse pagine sono dedicate al consumatore cinese. Un preciso identikit su chi sono e cosa cercano. Dai millennial alla fascia di età più alta, nuovo target per diversi settori commerciali. Quali aspetti culturali li influenzano e verso quali trend di consumo sono spinti, che già oggi si rilevano in forte crescita in Cina.        

Wall Street Italia: Finanza e Lifestyle

Diretto da Massimiliano Volpe, Wall Street Italia è dedicato ai temi della finanza, della consulenza finanziaria, dell’impresa e del lifestyle. Al focus su investimenti, risparmio gestito, consulenza finanziaria, assicurazioni e private banking, il magazine di Brown Editore affianca sezioni dedicate al life style e tempo libero, alla moda, ai motori, al turismo. Wall Street Italia è disponibile in formato cartaceo nelle principali edicole, oppure nella versione digitale online. Vuoi scoprire di più su chi siamo e quali servizi offre East Media? Clicca sull'immagine e scarica la nostra company profile. Company profile  

>Vuoi saperne di più su come entrare e vendere in Cina?

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato.

Per informazioni scrivici e ti contatteremo in brevissimo tempo. LA CINA E’ VICINA… –>  info@east-media.net

WEBINAR: Web, Marketing e Russia

  Da sempre i russi sono innamorati del Bel Paese e del Made in Italy. E con oltre 117 milioni di utenti digitali e un mercato in ripresa, la Russia è un Paese da presidiare. Barriere linguistiche e culturali, piattaforme digitali differenti da quelle Occidentali impongono però la conoscenza dei giusti strumenti per approcciare i consumatori russi. Per comprendere al meglio lo scenario digitale e le strategie di comunicazione, FederlegnoArredo in collaborazione con Triboo East Media organizza il corso di formazione in streaming "Web, Marketing e Russia" che si terrà il 6 febbraio dalle ore 14.30 alle ore 16.30 Argomenti del Webinar:
  • Sito, web e motori di ricerca
  • Social Network e VKontakte
  • B2B: come comunicare durante gli eventi di settore
  Nel dettaglio verranno presentate le peculiarità dello scenario digitale dove Yandex contende a Google la leadership tra i motori di ricerca e VKontakte batte Facebook e Instagram tra i social network. Inoltre, verrà spiegato come approcciare potenziali clienti o partner in situazioni di business partendo dalle profonde differenze culturali.  

Il Webinar è tenuto dal team di Triboo East Media specializzato nel mercato russo:

    [caption id="attachment_9385" align="alignleft" width="160"] Darja Janovica-Marcenko  Project Manager - Certified Yandex Expert[/caption] [caption id="attachment_9387" align="alignleft" width="160"] Vera Mushakova Digital Marketing Specialist[/caption] [caption id="attachment_9384" align="alignright" width="160"] Cecilia Lorusso Account Manager[/caption] [caption id="attachment_9386" align="alignright" width="160"] Emanuele Vitali Managing Director e Co-Founder[/caption]                    

Webinar: Data: 6 febbraio 2019

Orario: 14.30-16.30

Costo: 280€ + iva*

  webinar Web, Marketing e Russia     * Il costo si intende ad azienda, a prescindere dal numero delle persone che si connetteranno. Se desideri avere più accessi procedi ad indicare le varie @mail nel form di registrazione qui di seguito affinchè ogni partecipante possa ricevere il link di accesso sul proprio account diretto.   Maggiori informazioni: Marika Petrillo – Project Manager Academy FLA mail: marika.petrillo@federlegnoarredo.it 
tel: 02/80604302 02/80604331    
  Vuoi scoprire tutte le novità del digital marketing in Russia nel 2020? Scarica questo report firmato East Media e non perdere l'occasione di scoprire come strutturare al meglio la tua digital strategy. Vuoi saperne di più? Scarica il report cliccando sull'immagine sotto!   Digital marketing Russia 2020   Visita il nostro sito e iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato. Per scoprire quale sia la STRATEGIA di DIGITAL MARKETING più adatta al tuo business contattaci: info@east-media.net